Il nuovo premier inglese dei record: è il più ricco di sempre

Sarà il primo capo del Governo britannico di origini asiatiche e l'unico nella Storia più ricco addirittura del sovrano e della sua consorte

Sarà Rishi Sunak il prossimo primo ministro del Regno Unito, dopo la veloce corsa per la leadership del Partito Conservatore iniziata con le dimissioni di Liz Truss, che a sua volta aveva preso il posto di Boris Johnson il 6 settembre di quest’anno dopo la caduta dell’Esecutivo. Le primarie si sono concluse con il ritiro di Penny Mordaunt, unica contendente alla carica dopo che il biondo ex premier aveva annunciato di non volersi ricandidare.

Chi è Rishi Sunak, primo premier britannico di origini indiane

Rishi Sunak sarà il primo capo di Governo non bianco. È infatti il figlio di Yashvir e Usha, un medico di famiglia e una farmacista, entrambi di etnia Punjabi, nati nell’Africa coloniale da emigrati indiani. Dopo l’indipendenza dell’India, entrambi si spostarono nel Regno Unito. Lì si incontrarono e si sposarono, vivendo come “veri britannici“, come ha raccontato un’amica di famiglia di lunga data al Tatler.

Una classica storia di integrazione nel Regno Unito degli anni ’50, melting pot culturale e prima meta degli ex cittadini delle colonie. A cui ha fatto seguito un molto meno esotico percorso da self made man inglese. Nato a Southampton nel 1980, nell’Hampshire, ha studiato all’Università di Winchester, lavorando d’estate in un ristorante indiano.

In seguito si è specializzato in Filosofia e in Economia al Lincoln College di Oxford, laureandosi nel 2001  e poi conseguendo un master in Business Administration negli Stati Uniti presso la prestigiosa Stanford University, come studente Fullbright, un programma di scambi internazionali per borsisti. Ha poi iniziato a lavorare presso la banca di investimenti Goldman Sachs, cominciando a costruire la sua immensa fortuna attraverso i fondi speculativi.

Le sue competenze in campo economico lo hanno reso cancelliere dello Scacchiere, il titolo che equivale al nostro ministro delle Finanze o al segretario del Tesoro americano.

Rishi Sunak più ricco anche di Re Carlo: l’immenso patrimonio

Oltre a essere il primo premier di origini asiatiche del Regno Unito, Rishi Sunak sarà anche quello più ricco di sempre. Non solo grazie al suo fiuto come investitore, ma anche grazie al matrimonio con Akshata Murthy, figlia del miliardario indiano Narayana Murthy, fondatore di Infosys, una delle più remunerative aziende di tecnologia del mondo.

I due si sono conosciuti all’Università di Stanford, diventando in breve tempo la power couple della politica inglese. I nuovi inquilini di Downing Street saranno addirittura più ricchi dei loro vicini di casa di Buckingham Palace. Non è mai successo nella Storia. Secondo le indiscrezioni, il patrimonio di Rishi Sunak e moglie ammonterebbe a circa 730 milioni di sterline. Quasi il doppio di Re Carlo III e la Regina consorte Camilla.

I soldi del nuovo primo ministro britannico sono stati oggetto di polemiche lo scorso aprile, quando il quotidiano The Independent ha rivelato che la moglie Akshata Murthy godrebbe dello status fiscale di non domiciliata, che consente di non pagare nel Regno Unito i redditi prodotti all’estero.

Per questo l’allora ministro del Tesoro è stato fortemente criticato dal Partito Laburista per la sua “ipocrisia“, considerando l’inflazione galoppante e le manovre che hanno portato a un forte innalzamento delle tasse nel Regno Unito. Chissà se in questi mesi la coppia ha fatto un passo indietro rispetto questa spinosa questione.

Ma c’è ancora tempo. L’investitura come primo ministro arriverà infatti tra alcuni giorni, direttamente dal Re. Chissà che questa volta duri, considerando che quello di Liz Truss è stato il governo più breve della Storia inglese, come spiegato qua.

Vi avevamo parlato già qua della possibilità che Rishi Sunak diventasse primo ministro, dopo le dimissioni di Boris Johnson. Tra l’altro i tabloid inglesi hanno parlato anche delle finanze del biondo ex leader dei Tories. Qua vi abbiamo raccontato di quando Boris Johnson era considerato “troppo povero” per risiedere a Downing Street.