Bill Gates rinuncia alla sua ricchezza e dona 20 miliardi: a chi

Il multimiliardario fondatore di Microsoft annuncia la sua uscita dalla classifica dei più ricchi al mondo

Il maxi assegno da 20 miliardi di dollari firmato da Bill Gates per la sua fondazione filantropica porterà il multimiliardario fuori dall’olimpo degli uomini più ricchi del mondo. È lo stesso co-fondatore di Microsoft ad annunciare la donazione monstre confermando la volontà di spogliarsi delle sue ricchezze in favore dell’organizzazione che prende il nome suo e della ex moglie Melinda.

Bill Gates rinuncia alla sua ricchezza: le donazioni alla fondazione

Con questo atto Bill Gates consolida il suo impegno nei progetti sociali e civili come il contrasto alla mortalità infantile nel mondo, alle iniziative per arginare il cambiamento climatico e migliorare la sicurezza alimentare, dal raggiungimento della parità di genere all’attività di ricerca e prevenzione di eventuali future pandemie (qui l’allarme di Gates su una possibile nuova pandemia).

Il trasferimento permetterà così alla “Bill & Melinda Gates Foundation” di incrementare la propria disponibilità annuale del 50% alzando l’asticella a 9 miliardi di risorse fino al 2026 e portando i fondi della fondazione a un totale di 70 miliardi di dollari.

Dalla nascita della fondazione nel 2000 la Gates Foundation ha speso quasi 80 miliardi di dollari in attività di filantropia impegnando quasi 1.800 persone e diventando così una delle maggiori organizzazioni no profit al mondo.

Dopo il divorzio dalla moglie Melinda French Gates lo scorso anno, i due miliardari hanno impegnato congiuntamente 15 miliardi di dollari per la fondazione.

“Da allora, entrambi i co-presidenti hanno dato un contributo significativo alla promessa”, ha detto in una e-mail Kate Davidson, portavoce della Gates Foundation.

Come clausola dell’accordo è previsto che l’ex moglie di Gates possa dimettersi dai suoi ruoli di co-presidente e amministratore fiduciario della fondazione se i due non fossero in grado di lavorare insieme.

Il consiglio di amministrazione in principio era composto una ristretta cerchia di amici e familiari e comprendeva Warren Buffett, che come ricordato dallo stesso Bill Gates ha donato più di 35 miliardi di dollari in beneficenza, di cui 3,1 miliardi di dollari a giugno. A 91 anni il miliardario si è dimesso subito dopo la separazione della coppia e il consiglio si è nel frattempo allargato ad altri quattro membri facoltosi.

Bill Gates rinuncia alla sua ricchezza: il post

“Guardando al futuro, il mio piano è quello di donare alla fondazione tutta la mia ricchezza oltre a ciò che spendo per me stesso e la mia famiglia” scrive in un lungo post con il quale spiega gli obiettivi e le ragioni alla base dei programmi della sua organizzazione, sottolineando che “scenderò in basso e alla fine fuori dalla lista delle persone più ricche del mondo”.

Con un patrimonio attuale di 113 miliardi di dollari, il multimiliardario rientra da decenni nella top 10 degli uomini più ricchi del mondo, posizionandosi al momento al quarto posto del Bloomberg Billionaires Index, quinto per l’ultima graduatoria di Forbes che stima la sua fortuna in 118 miliardi di dollari (qui la polemica sulle indiscrezioni di un palazzo acquistato da Gates in Italia).

“Diverse enormi battute d’arresto globali negli ultimi anni hanno lasciato molte persone scoraggiate e si chiedono se il mondo sia destinato a continuare a peggiorare – è la premessa di Bill Gates La pandemia e l’invasione dell’Ucraina sono solo due esempi. Queste battute d’arresto stanno causando notevoli sofferenze“. (qui per sapere cos’ha detto Bill Gates sulla pandemia).

“Il mio non è affatto un sacrificio – scrive ancora Gates. Mi sento privilegiato per essere coinvolto nell’affrontare queste grandi sfide, mi piace il lavoro e credo di avere l’obbligo di restituire le mie risorse alla società in modi che abbiano il maggiore impatto sul miglioramento della vita.”