Natale senza Amazon: “No al Black Friday e agli acquisti online”

Dalla Francia arriva una petizione contro il colosso delle vendite su internet. In Italia Codacons e Confesercenti chiedono nuove limitazioni per Amazon

Codacons e Confesercenti si scagliano contro Amazon, prendendo esempio dalla Francia, dove è stata lanciata una petizione contro il colosso guidato da Jeff Bezos. L’associazione consumatori ha chiesto al premier Giuseppe Conte e al Governo di predisporre misure per limitare lo strapotere del sito di e-commerce e di altri giganti in vista degli acquisti per il Natale e i maxi sconti del Black Friday. Ma sempre più consumatori scelgono internet per i regali sotto l’albero, vista la situazione di emergenza dovuta alla pandemia.

Codacons: “Amazon danno enorme per il commercio al dettaglio”

“Qualora rimangano in vigore le restrizioni anti Covid sul fronte dei negozi, le società dell’e-commerce come Amazon otterrebbero enormi benefici, perché tutti gli acquisti degli italiani verrebbero trasferiti dai negozi fisici al web. Se da un lato i consumi e le produzioni italiane potrebbero beneficiare dello shopping online, dall’altro vi sarebbe un danno enorme per il commercio al dettaglio tradizionale e una palese lesione della concorrenza e del mercato”, si legge in un comunicato del Codacons.

“C’è poi la questione sanitaria. Nei magazzini di Amazon lavorano centinaia di persone, e la catena di trasporto e consegna merci coinvolge un elevato numero di soggetti, situazione che alimenta la possibilità di contagi molto più che nei piccoli negozi, dove entra un numero ristretto di consumatori sottostando a rigorose norme anti Covid”, ha sottolineato il Coordinamento.

Confesercenti contro Amazon: “Problema serissimo per i negozi”

“Questa seconda ondata sta creando uno squilibrio di concorrenza gravissimo tra i negozi reali e il web: mentre i primi sono chiusi d’ufficio da Governo e Regioni, il canale delle vendite online di fatto agisce e opera in condizioni di monopolio. Un problema serissimo per i negozi, soprattutto in vista del Natale”, ha dichiarato Confesercenti.

“Il rischio è che il commercio, un settore già in crisi da circa un decennio, venga definitivamente condannato a morte da questo squilibrio. Il problema non è impedire le vendite online, ma rendersi conto della necessità non più differibile di garantire un mercato realmente concorrenziale, nel rispetto del pluralismo distributivo. A maggior ragione nella situazione attuale, che vede le imprese di vicinato chiuse per scelta amministrativa”, ha sottolineato l’associazione di categoria.

L’Unc difende Amazon: “Anche i piccoli negozi vendano online”

L’Unione Nazionale Consumatori ha replicato a Confesercenti e Codacons e alle loro critiche ad Amazon e agli altri colossi. “I piccoli negozi vendano anche loro online. Lo fanno già le piccolissime botteghe. La soluzione al problema di uno squilibrio della concorrenza dovuto all’emergenza Covid e al lockdown non è tornare all’età della pietra, fare boicottaggi o limitare la possibilità dei consumatori di poter scegliere liberamente dove acquistare, anche se questo dovesse significare favorire colossi come Amazon”, ha affermato il presidente dell’associazione Massimiliano Dona.

“La concorrenza si fa aumentando l’offerta, non riducendola. Ecco perché è bene che tutti gli associati di Confcommercio e Confesercenti usino lo strumento delle vendite online per affrontare questa crisi”, viene sottolineato nella nota dell’Unc.

La Francia pensa a un Natale senza Amazon: la petizione

Nel mentre esponenti delle istituzioni e associazioni francesi hanno lanciato la campagna #NoelSansAmazon, ovvero Natale Senza Amazon, con una petizione firmata, tra gli altri, dalla sindaca di Parigi Anne Hidalgo, deputati ecologisti e di sinistra, la Confecommercio d’oltralpe, il sindacato librai e Greenpeace. La raccolta firme sta raggiungendo lentamente i 30 mila nomi, ben lontani dall’obiettivo dei 200 mila. Tra le richieste, oltre al boicottaggio del colosso digitale, anche quella fatta al Governo, per una normativa che elimini i vantaggi concorrenziali di Amazon e vieti la costruzione di nuovi centri di logistica.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Natale senza Amazon: “No al Black Friday e agli acquisti online&...