Vacanze e riaperture, la promessa di Conte: “Estate senza quarantena”

Il Premier Giuseppe Conte ottimista sulle riaperture della stagione estiva

Con l’estate alle porte le disposizioni di contenimento iniziano a pesare sempre di più ai cittadini, sia privati che imprenditori. Da un lato, infatti, c’è chi ha voglia di buttarsi tutto alle spalle e di dimenticare i problemi del Coronavirus con l’inizio della bella stagione, dall’altro c’è un intero settore in crisi (quello del turismo appunto) che spera di poter trarre una boccata di ossigeno dalla ripresa delle attività estive. Ma sarà così? Ebbene, ad oggi, le promesse di Conte lasciano ben sperare.

Estate 2020, l’Italia ha voglia di ripartire

Il distanziamento sociale e l’isolamento, lontano da tutto e da tutti, ci portano oggi a guardare con nostalgia i tempi in cui era possibile uscire senza restrizioni o autocertificazioni. Scienziati ed esperti continuano a ribadire che non è possibile, al momento, stabilire con una data certa della fine della pandemia. Imprenditori e lavoratori del settore turistico, tuttavia, continuano a confidare in una ripresa veloce.

L’Italia è pronta a rispondere all’emergenza e a ripartire con le giuste precauzioni se necessario. Così ci sono albergatori che si stanno attrezzando per sanificare gli ambienti, ristoranti e pizzerie pronti a seguire i protocolli di sicurezza e stabilimenti balneari desiderosi di iniziare la stagione anche con tutte le limitazioni del caso.

Il segnale è arrivato forte e chiaro da tutta Italia, per questo motivo il Governo, che attualmente sta lavorando su bonus e incentivi ad hoc per il turismo, ha deciso di rispondere lanciando un messaggio che ha rincuorato molti, ovvero quello di “Un’estate senza quarantena”.

La promessa di Conte: “L’Italia andrà in vacanza”

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera il Premier Giuseppe Conte è apparso fiducioso sulle riaperture della stagione estiva:

“Quest’estate non staremo al balcone e la bellezza dell’Italia non rimarrà in quarantena – ha dichiarato -. Potremo andare al mare, in montagna, godere delle nostre città. E sarebbe bello che gli italiani trascorressero le ferie in Italia, anche se lo faremo in modo diverso, con regole e cautele”.

Attenzione però, questo non vuol dire che l’inizio della stagione estiva coincida oggi con una data precisa. A tal proposito, infatti, il Primo Ministro ha specificato che il Governo attende l’evoluzione del quadro epidemiologico prima di “fornire indicazioni precise su date e programmazione”.

“Stiamo raccogliendo i dati dell’ultimo monitoraggio – ha ribadito in fine Conte – e con gli esperti stiamo definendo regole chiare sulla sicurezza per lavoratori e clienti”. Quindi si andrà in vacanza ma, come è stato spiegato, a determinate condizioni.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vacanze e riaperture, la promessa di Conte: “Estate senza quaran...