USA 2020: Biden non sfonda, ribaltone Trump?

Il vincitore ancora non c'è, ma per molti i veri sconfitti sono i sondaggi che puntavano sulla debacle del Tycoon che, comunque vada a finire, non c'è stata

Soffiano venti di guerra sulle elezioni Usa  ancora senza vincitore. E bisognerà aspettare ancora. Intanto c’è uno “sconfitto”: i sondaggi che, almeno fino a pochi giorni fa, davano un vincitore annunciato e un Presidente dato per morto, politicamente si intende.

Si profila, dunque, una battaglia all’ultimo voto con l’onda blu democratica che non sfonda, come ipotizzato alla vigilia. E il risultato finale potrebbe non arrivare nemmeno nelle prossime ore: a fare da spartiacque i voti inviati via posta (oltre cento milioni).  Con grande probabilità, ci si ridurrà a contare le schede contea per contea per arrivare al “magic number” 270, che rappresenta il confine tra trionfo e sconfitta.

Come una sparuta minoranza aveva pronosticato, Trump ha venduto cara la pelle: non solo ha tenuto, anzi, a suo parere ha stravinto.

“Ringrazio gli americani, abbiamo vinto ovunque, risultati fenomenali”: ha detto il Presidente nella East Room della Casa Bianca dove ad attenderlo c’erano circa 250 invitati nel sottolineare che “c’è un gruppo molto triste di persone che sta cercando di togliere il voto a milioni di elettori di Trump” . Poi ha minacciato di rivolgersi alla Corte Suprema parlando apertamente di “una frode per gli americani, e un imbarazzo per il Paese. Eravamo pronti a vincere questa elezione e sinceramente ritengo che l’abbiamo vinta”.

La dichiarazione di Trump è stata “scandalosa e senza precedenti”, afferma l’entourage del rivale Joe Biden commentando le parole del presidente sullo spoglio elettorale. “E’ scandalosa perché è uno sforzo di strappare ai cittadini americani i loro diritti democratici. E’ senza precedenti perché mai nella storia un presidente ha cercato di soffocare la voce degli americani in un’elezione nazionale”, viene chiarito ancora dallo staff dell’ex vicepresidente. “Se il presidente deciderà di dar seguito alla sua minaccia, abbiamo squadre legali pronte a resistere al suo tentativo“.

TUTTO PUO’ ANCORA SUCCEDERE –  Per scoprire chi sarà il 46esimo Presidente degli Stati Uniti, dunque, riflettori puntati su 5 Stati: Georgia, Michigan, North Carolina, Pennsylvania (dove il conteggio potrebbe andare avanti per giorni)  e Wisconsin dove Joe Biden Donald Trump si giocano la vittoria. Il democratico punta tutto sugli scrutini del voto per posta – che invece non piace affatto al Tycoon –   a cui milioni di americani, mai come quest’anno, hanno fatto ricorso causa Covid.

Biden deve vincere in due dei cinque per arrivare a 270, a meno che non si tratti di Wisconsin e North Carolina, coi quali arriverebbe a 269. Decisiva la Rust Belt, dunque, quella cintura produttiva e operaia che, nell’ultimo precedente, aveva abbandonato Hillary Clinton, premiando proprio Trump. Ancora una volta sottovalutato dai sondaggi che, invece, potrebbe a sorpresa riuscire in una rimonta che avrebbe del clamoroso.

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

USA 2020: Biden non sfonda, ribaltone Trump?