Tasse, il Recovery fund servirà ad abbassarle? L’Ue ha un piano diverso

Dove finiranno i soldi del Recovery fund? Il M5s promette di abbassare le tasse ma i piani dell'Ue sono diversi

All’Italia servono soldi per ripartire, investimenti mirati e un piano di intervento che sia in grado di risollevare le sorti dell’economia del paese ed evitare il crack: è per questo motivo che Italia e Unione Europea hanno lavorato insieme al Recovery fund. Ora che i fondi sono stati stanziati, però, come verranno impiegati? Tra annunci più o meno ufficiali e proposte di riforma, al Governo le idee non sembrano essere ancora del tutto chiare. Il Recovery fund italiano a cui sta lavorando Conte deve ancora arrivare a Bruxelles e già tra la maggioranza sono emersi i primi punti di contrasto.

Recovery fund, Movimento 5 Stelle punta all’abbassamento delle tasse

Dopo l’annuncio fatto dalla scorsa settimana da Luigi Di Maio (qui le sue dichiarazioni), la strada che vuole proseguire il Movimento 5 Stelle sembra essere oggi chiara: per far ripartire l’Italia e contrastare la grande crisi post pandemia il Governo deve abbassare le tasse.

Per questo motivo, proprio recentemente, il Ministro degli Esteri ed ex leader dei Cinquestelle ha ribadito che il movimento si batterà per assicurarsi che i fondi del Recovery fund vengano usati per una riforma fiscale volta a diminuire la pressione fiscale. Le sue parole, di fatto, non hanno fatto altro che confermare quanto detto da Vito Crimi, l’attuale capo politico dei Pentastellati , che ha definito il taglio dell’Irap e dell’imposte una “battaglia storica” del movimento.

Dello stesso parere, tuttavia, non sembrano essere altri esponenti del Governo, che sui soldi europei sono stati chiari: serviranno per nuovi investimenti.

Al via alle riforma, ma il Recovery fund non servirà ad abbassare le tasse: parola di Gualtieri e Amendola

In contraddizione da quanto detto da Luigi di Maio, il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ha ribadito a chiare lettere che i soldi del Recovery fund non saranno destinati all’abbassamento delle tasse.

Chiaro su questo punto è stato anche il responsabile delle Politiche Ue dei dem, Enzo Amendola, che in merito alla destinazione dei fondi ha detto che l’obiettivo è quello di promuovere investimenti supplementari, una riforma della Pubblica Amministrazione e della Giustizia o interventi nel campo della digitalizzazione. Ci sono quindi delle priorità stabilite in accordo con L’Ue di cui l’Italia deve tenere conto.

Alla riforma fiscale comunque si lavorerà, ha fatto sapere il Mef, ma la stessa mirerà più che ad un indiscriminato abbassamento delle tasse alla semplificazione della burocrazia, alla riduzione del carico fiscale per lavoratori, professionisti e imprese, nonché al contrasto dell’evasione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tasse, il Recovery fund servirà ad abbassarle? L’Ue ha un piano...