Conte chiude gli Stati Generali: “Valutiamo ulteriore scostamento di bilancio”

In chiusura della manifestazione a Villa Pamphili, il Premier ha tracciato un bilancio degli otto giorni di incontri. Da cui, ha detto, il Governo esce rafforzato

Cala il sipario sugli Stati Generali dell’Economia a Villa Pamphili, la manifestazione di otto giorni voluta dal capo dell’Esecutivo per confrontarsi con oltre 120 interlocutori tra imprese, sindacati e associazioni. Tempo, per Giuseppe Conte, di riassumere le intenzioni del Governo e il suo orizzonte di azione per i prossimi mesi, particolarmente delicati per la ripresa del Paese.

Ipotesi taglio Iva

Sabato, il Presidente del Consiglio aveva annunciato l’ipotesi di ritoccare l’Iva, visto che “abbassarla un po’ potrebbe dare una spinta alla ripresa dei consumi: è un fatto di fiducia”. Oggi, domenica, nel corso della conferenza stampa finale, il capo del Governo ha chiarito però che “è una misura costosa, che abbiamo discusso, ma non abbiamo ancora preso una decisione. Questa settimana sarà già decisiva per una prospettiva del genere”.

Il piano di rilancio

Ma più in generale, l’Esecutivo è impegnato a mettere insieme il piano di rilancio da cui verranno ricavate “le riforme del Recovery Plan che presenteremo a settembre”. A ciò si aggiungono misure “di più immediato impatto”, tra cui un possibile “ulteriore scostamento” di bilancio.

Riduzione cuneo fiscale

Altro tema “caldo”, quello della riforma fiscale. “L’Italia sarà più inclusiva”, ha assicurato il Premier, che ha proseguito: “Dobbiamo dare impulso alla riduzione del cuneo fiscale con beneficio per i lavoratori: già a luglio avevamo predisposto una misura. E’ una direzione giusta che dobbiamo perseguire”.

Parità di genere e digitale

Quanto alla parità di genere, “ci è stato presentato, e accogliamo un suggerimento”, ha spiegato Conte, “un progetto di un voucher di 500 euro per tre anni per le donne che aspirano a diventare manager. Nelle prime 100 imprese solo il 6% è guidato da donne”.

E ancora, l’impulso al digitale: “Tutti hanno condiviso la necessità di fare un grande impulso per la realizzazione della fibra ottica. Dobbiamo colmare il divario digitale”, ha spiegato il Premier. E ha proseguito: “Cercheremo di rendere strutturali tutti gli inventivi per le imprese che mostreranno una spiccata sensibilità sul tema della digitalizzazione”.

Nodo Autostrade

In merito al nodo Autostrade, “bocciata” dal Governo la proposta di Aspi: “Stiamo parlando del caso Autostrade da un po’ troppo tempo”, ha osservato il Premier. “Sul mio tavolo non ho una proposta che considero accettabile. Credo che ci avviamo verso una soluzione obbligata, se arrivasse un’altra proposta la prenderemmo in considerazione. Atlantia ha richiesto una soluzione chiara e noi come governo abbiamo il dovere di dare nei prossimo giorni una soluzione chiara”.

Le polemiche con Confindustria

“Abbiamo chiesto a Confindustria di farci arrivare le loro proposte”, ha poi spiegato il capo del Governo, parlando dei rapporti con le imprese dopo le polemiche delle scorse ore e le critiche giunte dal presidente Bonomi.

“L’importante”, ha proseguito, “è che tutti lavoriamo per un obiettivo molto chiaro che è nella parte alta del piano di rilancio: un’Italia più moderna, più digitale, più verde – a questo teniamo molto – e più inclusiva”. Secondo Conte, la priorità del Governo è quella di farsi carico degli interessi di tutto il Paese: pertanto, ha sottolineato, “è normale che si punti su alcune misure su cui Confindustria possa non convergere o essere meno interessata ma abbiamo una responsabilità ad ampio raggio”.

Bilancio positivo, Governo rafforzato

È dunque un bilancio positivo quello tracciato da Conte in chiusura degli Stati Generali, che, ha sottolineato, ha prodotto “progetti concreti”. “Ci siamo detti anche cose che non vanno. Abbiamo parlato di alcune misure che servirebbero nell’immediato. Abbiamo presentato un piano di rilancio, una versione già sufficientemente definita”. Giorni “intensi”, li ha definiti, trascorsi all’insegna di un dialogo che “ci rafforza, rafforza me e tutti i Ministri. Ci rafforza negli obiettivi, nelle linee di intervento su cui vogliamo agire”, ha sottolineato il Premier.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Conte chiude gli Stati Generali: “Valutiamo ulteriore scostament...