Quirinale, Salvini affonda Berlusconi. Addio sogni di gloria

Il leader della Lega si "smarca" dalla candidatura dell'ex presidente del Consiglio lavorando su alternative condivise. Da Arcore filtra rabbia, ma si prosegue con l'operazione 'scoiattolo'.

Silvio Berlusconi non ha ancora ufficialmente scolto la riserva sulla propria candidatura al Quirinale che la stessa è sul punto di essere affossata dagli alleati. Per i quali, la Lega di Salvini in particolare, la tenuta del governo con relativa possibilità di incidere sulla prossima legge elettorale è più importante del sostegno allo storico alleato. Il quale, dopo aver spronato Salvini e Meloni ad aiutarlo a trovare i voti invece che chiedergliene conto, rischia ora di trovarsi col cerino in mano. Le parole di Salvini (“La prossima settimana farò una proposta che credo possa essere convincente per tanti se non per tutti”) rischiano infatti di essere la pietra tombale sui sogni presidenziali di Berlusconi.

Registrati per continuare a leggere GRATIS questo contenuto