Perchè l’Austria vuole concedere il doppio passaporto ai sud tirolesi

L'Austria vorrebbe portare avanti la bozza di legge per concedere la cittadinanza agli abitanti del Sud Tirolo: ecco perché

Che Roma e Vienna abbiano sempre avuto rapporti conflittuali è ben evidente sfogliando i libri di storia; tuttavia la questione del doppio passaporto rischia di riaccendere rivalità da tempo sepolte.

Il governo ha chiesto chiarimenti alle autorità austriache dopo che i media hanno diffuso la notizia di un progetto di legge quasi pronto per concedere la cittadinanza ai cittadini dell’Alto Adige. La Farnesina ha definito il possibile atto “azione ostile“, non nascondendo una certa irritazione. Il Tiroler Tageszeitung ha affermato che la bozza di legge dovrebbe essere completata entro il 7 settembre, mentre il governatore dell’Alto Adige Arno Kompatscher ha sottolineato il desiderio di Vienna di trovare un accordo con Roma.

Secondo la bozza, “tutti i cittadini italiani residenti in Alto Adige di madrelingua tedesca e ladina” avrebbero diritto a ricevere la cittadinanza austriaca. La Suedtiroler Volkspartei avrebbe desiderato rimandare la discussione a dopo le elezioni provinciali del 21 ottobre, per evitare strumentalizzazioni, ma il governo austriaco di Kurz vuole accelerare. E forse non è un caso. Se infatti alle elezioni di ottobre in Sudtirolo vincesse una politica vicina alla destra, metterebbe il vento in poppa al governo austriaco, rafforzando la sua influenza a livello europeo.

In più, tramite la concessione della cittadinanza, Vienna finirebbe per annettere al proprio Paese migliaia di persone con un reddito pro capite ben superiore a quello degli austriaci. Non dimentichiamo poi che avrebbe anche una maggiore influenza sul traffico del confine, nella zona del Brennero. E nonostante il cambio di governo e la presenza della Lega, apprezzata al di là delle Alpi, da Roma il messaggio è netto: se le notizie della bozza fossero veritiere, il governo italiano la considererebbe “un’iniziativa inopportuna e sostanzialmente ostile, tenuto conto in particolare del ruolo di presidenza semestrale dell’Unione europea attualmente ricoperto dall’Austria”, ha affermato la Farnesina tramite una nota ufficiale. Il Ministro degli Esteri ha inoltre incaricato l’ambasciatore italiano a Vienna di chiarire la vicenda insieme alle autorità austriache.

Anche il ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro l’ha definito un “atto inopportuno e ostile”: “Le notizie in merito alla volontà del Governo austriaco di procedere sulla strada del doppio passaporto per i cittadini sudtirolesi destano inquietudine. Se fosse confermato quanto riportato dai media saremmo di fronte ad un atto inopportuno e ostile che intendiamo respingere con fermezza”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Perchè l’Austria vuole concedere il doppio passaporto ai sud&nb...