Palinsesti Rai: Fazio trasloca, Clerici 1 milione per stare ferma

La Rai ha presentato i Palinsesti della prossima stagione e svelato chi saranno i suoi protagonisti

Nuovi palinsesti in casa Rai per l’autunno. Fabio Fazio trasloca a Rai 2 da Carlo Freccero, smentito invece il ritorno sulla rete pubblica di Massimo Giletti, che resta a La7. Fa discutere l’assenza di Antonella Clerici, ‘prepensionata’ con un contratto da oltre 1 milione di euro.

Mara Venier raddoppia

Oltre a Domenica In Mara Venier condurrà anche un altro show, La porta dei sogni, che andrà in onda dal 20 dicembre 2019. Tra i conduttori della rete ci sarà anche Enrico Ruggeri con “Una vita da cantare”, in cui dal 16 novembre racconterà i grandi cantautori. Nel day time di Rai 1 arrivano invece Lorella Cuccarini e Alberto Matano alla conduzione de La Vita in Diretta, mentre Caterina Balivo è stata confermata a Vieni da me. Per Francesca Fialdini invece è previsto un nuovo format in onda la domenica “A ruota libera”.

Fazio trasloca, niente Giletti

Carlo Freccero, direttore di Rai 2, si prepara ad accogliere sulla sue rete Fabio Fazio e annuncia: “Che tempo che fa sarà diviso in due parti, dalle 19.38 alle 20.29 si intitola Che tempo che farà, e lo stiamo scrivendo in questi giorni; con Fabio dovrebbe esserci il Mago Forest. La seconda parte inizia alle 21.05 e finisce alle 23.29. Lo show partirà il 29 settembre. E sempre con Fazio, c’è allo studio un programma in primavera tipo Anima mia”.
Confermato Pechino Express con alla conduzione Costantino della Gherardesca, mentre Renzo Arbore avrà una serata omaggio dedicata a dedicata a Renato Carosone. Arriverà poi sulla rete “Maledetti amici miei”, un talk show con Giovanni Veronesi, Rocco Papaleo, Sergio Rubini, Alessandro Haber “aiutati da Max Tortora e da Margherita Buy” a svelare aspetti sconosciuti della loro vita. Massimo Giletti ha invece confermato che rimarrà a La7.

Clerici ferma a 1 milione di euro
Non appare invece nei palinsesti Antonella Clerici, a dispetto di un contratto biennale da un milione e duecentocinquantamila euro che scade nel giugno 2020. Secondo La Stampa, il ‘prepensionamento’ della Clerici sarebbe dovuto a vecchie ruggini con l’attuale direttrice di rete Teresa De Santis, ex Manifesto ora fedelissima di Salvini. Una vicenda che arriverà probabilmente alla Corte dei Conti, chiamata a decidere se il mancato utilizzo di un pilastro della tv di stato come la Clerici configuri un danno erariale.

 

Palinsesti Rai: Fazio trasloca, Clerici 1 milione per stare ferma