Chi è Monica Amore, la consigliera M5S di Torino del post antisemita

Monica Amore è una consigliera comunale di Torino, in quota M5S: dopo un suo post su Facebook è stata criticata da tutti, Di Maio compreso

Monica Amore è una consigliera comunale del Movimento 5 Stelle a Torino, finita nella bufera per aver pubblicato sul suo profilo Facebook, una vignetta con due caricature antisemite e accanto l’elenco delle testate giornalistiche che fanno capo al Gruppo editoriale Gedi (tra cui La Stampa e La Repubblica). A commento, una sola parola, “Interessante!”. Il post è stato rimosso dopo la pioggia di critiche.

I disegni consistevano in caricature in stile Ventennio fascista: uomini col naso pronunciato, Kippah in testa, coltelli insanguinati dietro la schiena e Stella di David. La sindaca di Torino, Chiara Appendino, ha preso le distanze, così come il Movimento 5 Stelle della città.

Chi è Monica Amore, la consigliera M5S di Torino del post antisemita

Monica Amore è nata il 13 dicembre 1975. Sul suo curriculum (raggiungibile qui) è scritto che il titolo di studio è la “licenza media”: inoltre risulta “disoccupata” e, tra le esperienze professionali, sembra aver avuto solamente “lavori saltuari“. Prima di diventare consigliera nel Comune di Torino era rappresentante del M5S nella nona circoscrizione della città. Nelle elezioni del 2016 è stata eletta con 565 preferenze (la quarta tra gli eletti grillini).

Altre volte ha fatto discutere per le frasi pubblicate sul proprio profilo come “Non temo il nemico che mi attacca, ma il falso amico che mi abbraccia”, attribuita a Benito Mussolini. Tra i vari post, anche quelli che mettono in dubbio il ruolo della scienza e l’esistenza della pandemia.

La reazione del Movimento 5 Stelle e la replica di Monica Amore

Gli altri consiglieri del M5S hanno preso le distanze da Monica Amore, così come la sindaca Chiara Appendino e il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. La prima cittadina ha parlato, sui social, di “un post grave e del tutto inaccettabile”. Il titolare della Farnesina ha rincarato la dose, sottolineando la pesantezza della vignetta pur prendendo atto delle scuse di Monica Amore.

“Chi mi conosce sa che non sono razzista – ha spiegato la consigliera – voglio bene a ogni essere umano, senza distinzione. Ho cancellato il post perché quei giornali che volevo criticare hanno usato un dettaglio dell’immagine, a cui neanche avevo fatto caso, per delegittimare il ragionamento sul problema, che esiste, della concentrazione nella mani di pochi dell’intera informazione in Italia”.

Chi è Monica Amore, la consigliera M5S di Torino del post antisemita

M5S di Torino pagina Facebook

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Chi è Monica Amore, la consigliera M5S di Torino del post antisemita