La manovra? Non solo correttiva, ma anche di crescita. Gentiloni annuncia il Dec

Ssma: "Oltre 1 miliardo per tre anni per la ricostruzione"

 (Teleborsa) Basta un poco di zucchero e la pillola (persino quello più amara)  va giù. E allora Paolo Gentiloni conia il Dec, Documento economico di crescita. Il messaggio lanciato dal presidente del Consiglio è chiaro: la manovra di aprile non sarà solo correttiva ma, la parolina magica per rendere, appunto, la pillola meno amara, è “crescita”. 

 Il Dec conterrà un Fondo di almeno un miliardo spalmato su tre anni destinato alla ricostruzione delle zone terremotate, al sostegno ai redditi bassi e alla messa in sicurezza degli edifici a rischio. Il premier chiarisce che “la creazione del Fondo non inciderà sull’indebitamento netto”: la correzione “resterà dello 0,2% sul Pil”. Dunque , a conti fatti, la manovra sfonderà il tetto dei 4 miliardi. Per ora però, si sa “che”, ma sul come c’è ancora da lavorare. 

“IL TEMPOREGGIATORE” – Il presidente del Consiglio, intanto, (ripercorrendo le gesta di un certo Quinto Fabio Massimo detto Cunctator, appunto “Temporeggiatore” politico e militare romano) prende tempo: “Verrà deciso a metà aprile”.  In pratica, subito dopo il varo del Def, il 10 aprile. Poche e vaghe le notizie che, per ora, filtrano dal Mef: si parla di spending review, lotta all’evasione e split payment. Piccoli indizi che però ancora non indicano con certezza quale sarà la strada verso la “correzione”. 

Da Bruxelles, intanto, si guarda alle dichiarazioni con cauta freddezza con il presidente della Commissione Schinas che rifiuta di commentare: “Non commentiamo i commenti”. E l’ufficio stampa che, pure lui, temporeggia: “Ancora stiamo aspettando di poter valutare le ulteriori misure di bilancio per il 2017 che il governo si è impegnato ad adottare. Stiamo anche aspettando di ricevere, in aprile, il programma di stabilità dell’Italia aggiornato, che dovrebbe delineare un piano di aggiustamento dei conti e un ambizioso piano nazionale di riforme”. 

Una partita, insomma, ancora tutta da giocare con l’Italia che, in mezzo a un mare di incertezze, una certezza ce l’ha: evitare a tutti i costi la procedura di infrazione. 

La manovra? Non solo correttiva, ma anche di crescita. Gentiloni annun...