Il Governo gialloverde non c’è più: Conte ufficializza dimissioni, consultazioni al via

Tra oggi, e domani, giovedì 22 agosto, tutti i gruppi parlamentari saliranno al Colle

Mancano pochi minuti alle 21 quando l’ormai dimissionario Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sale al Quirinale per rimettere il suo mandato nelle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel corso di un incontro cordiale durato circa 15 minuti. Come da prassi, Conte è poi tornato nuovamente a Palazzo Madama per comunicare le proprie dimissioni alla Presidente Casellati e alla Camera per la medesima comunicazione al Presidente Fico.

E’ l’atto finale di una lunghissima giornata al cardiopalma, iniziata alle 15.09 di martedì 20 agosto, quando il Premier è entrato nell’Aula del Senato per rendere le sue comunicazioni, al termine delle quali, di fatto, l’esecutivo gialloverde non c’è più.

CONSULTAZIONI AL VIA
 – Con la formalizzazione delle dimissioni, le redini della crisi passano ufficialmente nelle mani del Capo dello Stato Sergio Mattarella che oggi, mercoledì 21 agosto, a partire dalle ore 16, inizierà le consultazioni al Quirinale. Si comincia con il Presidente emerito della Repubblica, Senatore Giorgio Napolitano, poi sarà la volta del Presidente del Senato della Repubblica Maria Elisabetta Alberti Casellati e del Presidente della Camera dei deputati Roberto Fico.

Tra oggi, e domani, tutti i gruppi parlamentari saliranno al Colle. Gli ultimi a presentarsi davanti a Mattarella nella giornata di giovedì 22 agosto saranno i parlamentari del Movimento 5 Stelle che, alle 17.00, chiuderanno il giro di consultazioni. 

Ipotesi di un governo Pd-M5s -Nel frattempo, tiene banco l’ipotesi, per ora allo stato embrionale, tra Dem e Cinque-Stelle, sulla quale interviene anche l’ex segretario del Pd, Matteo Renzi: “Non sarebbe un colpo di Stato, serve un nuovo esecutivo per evitare l’aumento dell’Iva”. Più cauto il leader Dem Nicola Zingaretti che dice di “apprezzare” le parole di Conte ma chiede che il capo del governo riconosca gli errori perché solo così si può avviare una nuova fase politica. 

Ecco il calendario delle consultazioni:

Mercoledì 21 agosto 2019

Il presidente emerito della Repubblica, Senatore Giorgio Napolitano, non trovandosi a Roma, verrà sentito telefonicamente.
ore 16.00 presidente del Senato: Sen. Avv. Maria Elisabetta Alberti Casellati
ore 16.45 presidente della Camera dei deputati: On. Dott. Roberto Fico
ore 17.30 Gruppo parlamentare “per le autonomie (Svp-Patt,Uv)” del Senato
ore 18.00 Gruppo parlamentare Misto del Senato
ore 18.30 Gruppo parlamentare Misto della Camera dei deputati
ore 19.00 gruppo parlamentare “Liberi e uguali” della camera

Giovedì 22 agosto 2019

ore 10.00 gruppi parlamentari “Fratelli d’italia” del Senato e della Camera dei deputati
ore 11.00 gruppi parlamentari “Partito democratico” del Senato e della Camera
ore 12.00 gruppi parlamentari “Forza italia – Berlusconi presidente” del Senato e della Camera
ore 16.00 gruppi parlamentari “Lega-Salvini premier” del Senato e della Camera dei deputati
ore 17.00 gruppi parlamentari “Movimento 5 stelle” del Senato e della Camera

Il Governo gialloverde non c’è più: Conte ufficializza dimissi...