I migliori conti correnti per l’accredito della pensione

Esiste un conto corrente agevolato per pensionati? Come trovare il miglior conto corrente a bassa operatività per l’accredito della pensione. 

Nonostante siano ancora oggi tanti i pensionati che vanno in Posta ogni mese per ritirare la pensione in contanti, il conto corrente rappresenta la soluzione più pratica sulla quale ricevere l’accredito della pensione

Qual è il miglior conto corrente per pensionati che si consiglia di sottoscrivere oggi? Quali sono le soluzioni offerte? Sarebbe meglio valutare il conto corrente postale over 65, ovvero il conto corrente postale a costo zero per pensionati, o direttamente le proposte di alcune banche, come il conto corrente per pensionati Unicredit?

Analizziamo il mercato attuale al fine di rispondere a quali domande, attraverso un’analisi di tipo comparativo. In generale, quello che emerge è la presenza di due soluzioni davvero interessanti:

  • da un lato, quella di aprire un conto corrente online per pensionati, facile e comodo da gestire, e che permette di risparmiare sui tradizionali costi di gestione;
  • dall’altro, quello di attivare una diversa tipologia di proposta per ricevere l’accredito della pensione, a costo zero, che può corrispondere a un libretto pensione, oppure a una carta prepagata dotata di IBAN. La scelta finale dipenderà da quelle che sono le proprie preferenze.

Scopri le migliori offerte di conti correnti per pensionati 

Conto BancoPosta di Base per l’accredito della pensione

Poste Italiane propone il conto base per incassi e pagamenti, che permette di effettuare operazioni di base e può essere attivato:

  • nella versione standard, al costo di 30 euro all’anno;
  • nella versione per pensionati, che è invece gratuita

Si tratta, dunque, di un conto essenziale a zero spese, che mette a disposizione servizi di incasso e di pagamento. Le sue caratteristiche derivano dagli artt. 126-novies decies e ss. del D.Lgs. n. 385/1993 (Testo Unico Bancario) e dal relativo decreto di attuazione, ovvero il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze n. 70/2018).

Quali sono i servizi inclusi nel conto corrente a zero spese per pensionati di Poste Italiane? Nella pratica, si tratta di:

  • una Carta di debito Postepay;
  • un determinato numero di operazioni. 

Non sono invece previsti servizi diversi rispetto a quelli indicati dal Decreto MEF n.70/2018. Per quanto riguarda la differenza tra le due versioni esistenti, è bene precisare che:

  • la versione standard, che come abbiamo già detto ha un canone di 30 euro, prevede un’eccezione per i clienti con ISEE inferiore a 11.600 euro, che avranno il canone gratuito e per i quali non è prevista l’applicazione dell’imposta di bollo dovuta per legge;
  • la versione pensionati, che si rivolge ai titolari di trattamenti pensionistici fino all’importo lordo annuo di 18.000 euro: questo conto corrente per pensionati prevede un canone annuale gratuito, alcune tipologie di servizi e un numero fisso di operazioni. Si tratta, dunque, di una soluzione davvero molto interessante e che permetterà ai soggetti appena indicati di ricevere l’accredito automatico mensile della pensione

Conto corrente Unicredit per pensionati

Unicredit propone un conto corrente online a zero spese – chiamato My Genius – per tutti i nuovi clienti (pensionati compresi) che decideranno di aprirlo entro il 27 marzo 2022, e nel quale sono inclusi anche:

  • i bonifici online gratuiti;
  • la carta di debito My One, senza costi di emissione. 

Scopri di più sul conto corrente online per pensionati di Unicredit

In alternativa, è possibile optare per il libretto pensione, sul quale è possibile accreditare la pensione senza avere un conto corrente: si tratta di uno strumento di risparmio innovativo, che permette anche di fare bonifici e molto altro ancora. 

Non prevede nessuna spese di apertura, né costi di gestione per il suo mantenimento. Tra le sue caratteristiche principali, si possono annoverare:

  • la possibilità di accreditare la pensione o lo stipendio;
  • la possibilità di eseguire e ricevere bonifici
  • il poter collegare una carta di prelevamento, compresa con il Libretto.

Saranno inoltre gratuite le spese per singola operazione e quelle relative alla produzione ed invio comunicazioni di variazione contrattuale.

Carta pensione di Intesa Sanpaolo

Un’altra soluzione davvero molto interessante e diversa dal classico conto corrente è la carta pensione di Intesa Sanpaolo, riservata ai clienti che hanno più di 60 anni e che prevede la gratuità del canone

Nella pratica, si tratta di una carta prepagata dotata di IBAN, che permetterà di gestire comodamente i propri pagamenti: si potranno, infatti, effettuare acquisti fisici nei negozi con il logo del circuito MasterCard, ma anche online, effettuare bonifici SEPA online, sia da sito sia da app, ed effettuare prelievi di contante alle casse veloci automatiche abilitate del Gruppo Intesa Sanpaolo.

La carta potrà essere ricaricata di un importo massimo pari a 100.000 euro

  • in contanti, alle casse veloci automatiche abilitate del Gruppo Intesa Sanpaolo;
  • online, da sito e app, con addebito su conto o su Carta Superflash.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I migliori conti correnti per l’accredito della pensione