Governo, per riaperture nodi coprifuoco e pass spostamenti

Salvini torna alla carica: "Obiettivo togliere limite alle 22"

Alla fine, secondo molti, l’ha spuntata Matteo Salvini. Così, con qualche giorno d’anticipo sull’iniziale tabella di marcia, il Premier Draghi in conferenza stampa ha annunciato un primo allentamento della stretta con la riapertura dei ristoranti a partire dal 26 aprile e la ripresa dell’attività scolastica.

Un “rischio calcolato” per il Presidente del Consiglio, un azzardo secondo altri. Su tutti, l’infettivologo Massimo Galli.  Per il primario dell’ospedale Sacco di Milano il salto in avanti sul liberi tutti è una fuga nel momento sbagliato che rischiamo, nei prossimi mesi, di pagare a carissimo prezzo.

La strada, comunque, è ancora in salita e incognite che finiranno sul tavolo del prossimo CdM, in programma mercoledì. Il primo “nodo” da sciogliere è quello legato agli spostamenti: se infatti saranno consentiti quelli tra regioni gialle, Draghi ha anticipato che si lavora a un pass per consentire spostamenti tra regioni di colori diversi. Nello specifico, si tratterebbe di una certificazione che dovrebbe attestare di essere stati sottoposti al vaccino, oppure avere effettuato un tampone antigenico o molecolare negativo nelle 48 ore precedenti lo spostamento o di aver avuto il Covid ed essere guariti.

Tutto risolto? Ovviamente no. Basterà una certificazione o autocertificazione o  servirà un tesserino che dovrà necessariamente essere rilasciato dall’autorità sanitaria? La differenza è sostanziale. Tra le ipotesi, secondo quanto apprende LaPresse, “anche affidare a Poste il compito di fornire i tesserino di idoneità, i cui dati dovranno essere forniti comunque dall’autorità sanitaria”. Opzione questa che richiederebbe più tempo. Per questo, allo stato, sembra farsi largo l’ipotesi – più facilmente realizzabile- dell’autocertificazione.

SALVINI TORNA ALLA CARICA – C’è poi la questione del coprifuoco alle 22. Anche in questo caso, non risolta, solo rimandata con il leader della Lega pronto a tornare alla carica sul tema. “Dal 26 aprile comincia una nuova vita per gli italiani. Da quel giorno il mio obiettivo sarà togliere il coprifuoco alle 22 per riconsegnare tutti i diritti agli italiani”, ha detto nelle scorse ore  da Palermo, dove è stato rinviato a giudizio per il processo Open Arms.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Governo, per riaperture nodi coprifuoco e pass spostamenti