Governo Pd-M5s, oggi il voto sulla piattaforma Rousseau. Appelli di Conte e Di Maio

Dalle 9 alle 18 gli iscritti pentastellati esprimeranno il loro gradimento all'alleanza Pd-M5s

Dopo irrigidimenti e schiarite, è il giorno decisivo per il Conte-Bis. Oggi, martedì 3 settembre, infatti, dalle 9 alle 18 gli iscritti del Movimento 5 stelle voteranno sulla piattaforma Rousseau il loro gradimento all’alleanza di Governo.

E, poche ore prima dell’apertura delle urne virtuali, arriva il doppio messaggio. E’ Giuseppe Conte, per primo, a parlare di “grande opportunità” nel progetto di governo che sta cercando di realizzare con il M5s e il Pd. Intervenendo in diretta Facebook dopo l’incontro con le due delegazioni, dice di aver “chiesto ai responsabili politici di restare concentrati sui problemi dei cittadini”. E sottolinea: “Io sono il primo responsabile del nuovo esecutivo”.

Subito dopo tocca a Luigi Di Maio, capo politico dei 5 stelle, che da giorni viene accusato di voler frenare sull’intesa con il Pd, spiana la strada all’intesa: “Non c’è più il problema del vicepremier”, ha detto. Perché “anche il Pd ha fatto un passo indietro”.

E mentre il matrimonio tra Pd e M5s – salvo colpi di scena dell’ultima ora – sembra ad un passo arriva l’ennesimo affondo di Salvini: “Da settimane stanno chiusi dentro il Palazzo a litigare su poltrone e ministeri, sono contento che la Lega sia fuori”, ha detto intervistato a Quarta Repubblica su Rete 4. “Hanno in antipatia Salvini e la Lega, ma non mi pare un programma di governo. Sento cose che mi fanno rabbrividire, vogliono cancellare i decreti sicurezza, quota 100, ripristinare la legge Fornero. Non vorrei che per fare un dispetto a Salvini facciano un disastro per l’Italia”, ha aggiunto. “Sta vincendo il partito del Palazzo, la primissima Repubblica, non la Quarta. Mi spiace che i 5 stelle abbiano cambiato idea in un quarto d’ora”, ha concluso il leader leghista.

Governo Pd-M5s, oggi il voto sulla piattaforma Rousseau. Appelli di Co...