Governo, mina “rimpasto” preoccupa Conte

La versione ufficiale è che non c'è alcuna questione "rimpasto" pronta ad esplodere. Falso. PD e IV in pressing, ministri in fibrillazione: quali sono le poltrone più bollenti?

La versione ufficiale è che non c’è alcuna questione “rimpasto” pronta ad esplodere. “Non possiamo rincorrere le ambizioni di qualcuno che spera in ruoli più importanti”, così il Presidente del Consiglio Conte ha archiviato la questione poche ore fa sottolineando ancora una volta di avere massima fiducia nella sua squadra.

Tutto risolto? Ovviamente no. La versione ufficiosa – che di solito corrisponde anche con quella più attendibile – è che tira una (brutta) aria di rimpasto nell’esecutivo e che, tra i corridoi di Palazzo Chigi  serpeggia, ormai da diverso tempo, un certe malessere con alcuni Ministri che rischiano la poltrona, in scia al pressing sempre crescente di PD ed IV .

Passaggio di testimone in vista per alcuni dicasteri?

Intanto, il Movimento 5 Stelle cerca di arginare la questione e getta acqua sul fuoco ma la miccia che ormai è accesa, potrebbe esplodere a breve.

“Chi dinnanzi a una pandemia parla di rimpasto, è fuori dal mondo. E non solo dimostra di non aver rispetto per il lavoro fatto da tutta la squadra di Governo, ma continua a pensare alla politica come ad una giostra, nella quale i giocatori sarebbero più attenti a rimescolare le carte per il proprio tornaconto, piuttosto che al gioco di squadra. Per il MoVimento 5 Stelle non è mai stato questo il modo di interpretare la politica, e mai lo sarà”, scrive  Vito Crimi su Facebook.Però, come spesso succede in politica, più arrivano le smentite, più significa che l’ipotesi prende quota.

Chi rischia la poltrona?

Secondo alcuni rumors, in particolare, a rischiare grosso la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina che non ha convinto nella gestione della ripartenza della “fase 2”, non può stare tranquilla neanche la dem Paola De Micheli in scia al caos trasporti. Poltrona bollente anche per Paola Pisano, ministra dell’Innovazione, che pagherebbe a caro prezzo  il flop dell’app Immuni.  In bilico anche la Ministra del Lavoro Catalfo.

A Natale siamo tutti più buoni, o no?

Senza contare che sullo sfondo c’è un’altra grana pronta a esplodere: come per la questione rimpasto, anche in questo caso PD E IV si schierano insieme e  spingono per accedere al MES sanitario. Ipotesi però che non piace al M5S che non ne vuole sapere.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Governo, mina “rimpasto” preoccupa Conte