Governo, aria di crisi: l’intervista di Salvini fa infuriare il M5s

Le dichiarazioni del leghista - giù le tasse o mi dimetto - provocano un terremoto. M5s: "Vuole la crisi, lo dica chiaro'

Continua a tirare aria di crisi in seno al governo, dove le ultime dichiarazioni di Matteo Salvini – una intervista al Corriere della Sera in cui minaccia le dimissioni se non si trovano 10 miliardi per tagliare le tasse – hanno aumentato il carico. Furiosi i 5 Stelle, secondo i quali Salvini sta preparando l’incidente per far cadere l’esecutivo dopo metà luglio, quando non ci sarà più tempo per tornare al voto in settembre e la patata bollente della manovra lacrime e sangue da 40 miliardi passerà ad un eventuale governo tecnico.

“La Lega e Matteo Salvini se la prendano con i banchieri e i burocrati di Bruxelles invece di minacciare sempre il governo. Tutti vogliamo tagliare le tasse e c’è anche una proposta del M5S per la Flat tax sul ceto medio applicata al coefficiente familiare. La Lega non è all’opposizione, ma al governo come noi, quindi se servono 10 miliardi tracci la strada per trovarli invece di scaricare la colpa sugli altri. Salvini non può sempre dire è colpa degli altri. Così è troppo facile”. Così fonti del M5S, commentando le parole del vicepremier e leader della Lega

“Colpa di chi questa volta? – chiedono i 5 Stelle – Le tasse vogliamo tagliarle tutti! E subito! Quindi di chi sarebbe la colpa? Chiarisca il colpevole, così lo combattiamo insieme. Non esistono nemici immaginari, i nemici vanno identificati. Sarebbe Tria il colpevole? Ma non è stata la Lega a riunirsi con il ministro dell’economia per redigere il piano sulle tasse? Se si cerca una scusa per far saltare tutto e riportare in Italia un governo tecnico la Lega lo dica chiaramente agli italiani, con tutte le conseguenze del caso”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Governo, aria di crisi: l’intervista di Salvini fa infuriare il ...