Francia: Le Pen spaventa Macron e Bruxelles

Elezioni presidenziali Francia 2022, Macron-Le Pen al ballottaggio. Il presidente uscente è al 27,6% dei voti, la sfidante al 23,41%. Ma la sfida va ben oltre la Francia.

Emmanuel Macron e Marine Le Pen al ballottaggio delle elezioni presidenziali 2022 in Francia in programma il 24 aprile. Nel primo turno del 10 aprile, secondo i dati ufficiali forniti dal ministero dell’Interno, Macron ha ottenuto il 27,6% dei voti. Le Pen, leader del Rassemblement National, ha raccolto il 23,41% delle preferenze. Jean-Luc Melenchon ha chiuso al 21,95%. Staccati Eric Zemmour (7,05%), Valerie Pecresse (4,79%), Yannick Jadot (4,58%), Jean Lassalle (3,16%), Fabien Roussel (2,31%), Anne Hidalgo (1,74%).

Astensione in crescita

L’astensione ha raggiunto il livello più alto dal 2002. Secondo i risultati ufficiali comunicati dal ministero dell’Interno, sono 35.418.947 gli elettori che hanno votato per uno dei 12 candidati in corsa: si tratta del 74,86% degli aventi diritto. Il dato è decisamente inferiore rispetto al 2017, quando ha votato il 77,8% degli elettori, e al 2012, quando alle urne si è recato il 79,5% degli aventi diritto. Calo anche rispetto al 2007, quando l’83,8% degli aventi diritto ha espresso la sua preferenza.

Sondaggi sul ballottaggio

Secondo i primi sondaggi dopo il voto di domenica, Macron vincerebbe al secondo turno contro Le Pen con un risultato compreso tra il 51% e il 54% contro il 46%-49% della candidata di destra. Cinque anni fa Macron vinse con il 66,1% dei voti contro il 33,9% di Marine Le Pen.

Ricadute in Europa

Naturalmente, il voto francese non potrà non avere pesanti ricadute anche sulla situazione in Europa. Perché Macron è uno dei più decisi sul fronte europeo che si è messo contro la Russia di Putin dopo l’invasione russa in Ucraina, mentre Marine Le Pen vanta anni di rapporti privilegiati col Cremlino – al pari di parecchie altre formazoni della destra europea, spesso finanziate da Mosca proprio per indebolire l’Ue – ed è evidente che in questo momento, un cambio della guardia all’Eliseo, offrirebbe a Putin una testa di ponte non da poco nel cuore dell’Europa.

Le parole di Macron

“Ringrazio i compatrioti che, fin dal primo turno, hanno voluto dare il loro voto alla mia candidatura La loro e la vostra fiducia mi onorano, mi obbligano e mi impegnano. Potete tutti contare su di me per mettere in atto questo progetto di progresso, di apertura e di indipendenza francese ed europea, che abbiamo difeso per tutta questa campagna”, ha detto Macron.

Le parole di Le Pen

“II popolo francese mi ha fatto l’onore di accedere al secondo turno. Esprimo agli elettori la mia più sincera gratitudine. Tutti quelli che oggi non hanno votato per Emmanuel Macron sono chiamati a unirsi al nostro raggruppamento”, le parole di Le Pen, convinta che “vinceremo”.