Fondazione Open di Renzi, indagato anche Marco Carrai

Sarebbe stato lui, secondo l'accusa, il consigliere di riferimento per i finanziatori privati della stessa fondazione

Secondo quanto si è appreso l’imprenditore fiorentino Marco Carrai è stato perquisito dai militari della Guardia di Finanza nell’ambito dell’inchiesta sulla Fondazione Open, di cui era presidente l’avvocato Alberto Bianchi, lui stesso indagato per traffico di influenze illecite e finanziamento illecito dei partiti.

Lo stesso Carrai, uno degli amici più stretti dell’ex premier Matteo Renzi faceva parte del Cda della Fondazione Open. Secondo quanto si è appreso è indagato nell’inchiesta condotta dalla Procura fiorentina.

Sarebbe stato lui, stando all’accusa, il consigliere di riferimento per i finanziatori privati della stessa fondazione.

“Ho fiducia che la magistratura chiarirà presto la mia posizione. So di non aver commesso reati e di aver sempre svolto i miei compiti rispettando la legge”, ha dichiararlo Marco Carrai in tarda serata.

L’inchiesta ha contrariato l’ex premier Matteo Renzi, che ha deciso di parlarne su Facebook. “Questa mattina centinaia di finanzieri in tutta Italia hanno perquisito all’alba abitazioni e uffici di persone fisiche e giuridiche “colpevoli” di aver finanziato la Fondazione Open. La decisione è stata presa dai pubblici ministeri di Firenze, Creazzo e Turco, titolari anche di altre inchieste: sono loro, ad esempio, ad aver firmato l’arresto per i miei genitori”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fondazione Open di Renzi, indagato anche Marco Carrai