Elezioni europee: da Soros 200mila euro a Più Europa della Bonino

I contributi, versati con due operazioni datate 22 e 30 gennaio 2019, sono stati pubblicati sul sito del partito

George Soros, noto finanziere americano di origine ungherese, ha deciso di finanziare personalemente ‘Più Europa’, la lista che fa riferimento a Emma Bonino, in vista delle prossime elezioni Europee.

I contributi, versati con due operazioni datate 22 e 30 gennaio 2019, sono stati pubblicati sul sito del partito, in seguito all’entrata in vigore della legge Spazzacorrotti (l. 9 gennaio 2019, n. 3). Dal 31 gennaio, infatti, i partiti sono tenuti a pubblicare le identità dei finanziatori il cui contributo superi i 500 euro.

Da inizio anno George Soros e sua moglie risultano gli unici finanziatori di Più Europa ad aver superato tale soglia. La legge italiana proibisce donazioni individuali superiori ai 100mila euro nell’arco di un anno. Per tale ragione, Soros e la moglie non potranno effettuare ulteriori donazioni al partito nel 2019.

“Ringraziamo di cuore George Soros e sua moglie Tamiko Bolton per aver avviato la campagna di autofinanziamento di Più Europa in vista delle elezioni europee con un contributo di 100.000 euro ciascuno, pubblicati sul nostro sito e notificati a norma di legge. Ci auguriamo che molti cittadini, e fra loro in particolare imprenditori e manager, seguano il loro esempio”. Così scrivono in un post su Facebook Benedetto Della Vedova e Silvja Manzi, rispettivamente segretario e amministratrice di Più Europa.

Giorgia Meloni picchia durissimo sul fondatore di Open Society. “Soros scende in campo per le elezioni europee finanziando con 200mila euro il partito di Emma Bonino – sottolinea la Meloni -. Ha scelto noi sovranisti come nemici. Un grande orgoglio per Fratelli d’Italia: tenetevi i soldi degli usurai, la nostra forza è il popolo italiano”, conclude la Meloni il suo durissimo intervento.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Elezioni europee: da Soros 200mila euro a Più Europa della Bonino