Eurogruppo, Merkel dice no agli Eurobond. “A Conte ho parlato di altri strumenti”

Merkel ha anche voluto ribadire con forza il suo no ai Coronabond, sottolineando che ci sono molti altri strumenti per dimostrare solidarietà di fronte alla crisi del Coronavirus

La via di mezzo tra Mes, Bei e eurobond sembra ancora lontana. La riunione dell’Eurogruppo slittata dalle 17 di oggi alle 21.30 a Bruxelles non ha ancora portato a un compromesso per la gestione dell’emergenza Covid-19. Dopo giorni di tira e molla, l’Europa continua ad essere divisa. Ma con qualche speranza in più.

Olanda più morbida

Secondo le prime indiscrezioni si sarebbe ammorbidita la posizione dell’Olanda e il compromesso sul tavolo del negoziato, a cui hanno lavorato il presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno assieme a Francia, Germania, Italia e Olanda, prevedrebbe di lasciare la questione del Recovery Fund, cioè la via francese agli Eurobond, ad una lettera del presidente dell’Eurogruppo ai leader Ue, che resta quindi separata dalle conclusioni ufficiali, le uniche che avrebbero effettivo valore legale.

La Merkel dice no ai Coronabond

Intanto, la Cancelliera tedesca Angela Merkel ha fatto sapere che è l’Eurogruppo è vicino ad un accordo. “Spero che ci sarà un risultato, sarebbe semplicemente un bel segnale” ha detto in conferenza stampa oggi prima dell’avvio dei lavori.

Ma Merkel ha anche voluto ribadire con forza il suo no ai Coronabond, sottolineando che ci sono molti altri strumenti per dimostrare solidarietà di fronte alla crisi innescata dal Coronavirus: “Sapete che non credo che dovremmo avere una cosiddetta responsabilità comune” ha sottolineato.

La telefonata con Conte

Inoltre, ha spiegato di aver parlato con il premier Conte “a lungo” e di essere d’accordo sul fatto che ci sia “urgente bisogno di solidarietà in Europa, che sta attraversando una delle sue ore più difficili, se non la più difficile”. La Germania “è pronta alla solidarietà ed è impegnata per questo. Il benessere della Germania dipende se l’Europa sta bene”.

Ma il problema è proprio questo: trovare una sintesi su quali siano gli strumenti più adatti a tutti per rispondere all’emergenza sanitaria, sociale ed economica. “Ci sono diversi punti di vista” ha chiosato la Cancelliera.

“Sapete che io non credo che dovremmo avere debito comune a causa della situazione della nostra unione politica ed è per questo che lo respingiamo. Ma ci sono molti modi per dimostrare solidarietà ed io credo che troveremo una buona soluzione”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Eurogruppo, Merkel dice no agli Eurobond. “A Conte ho parlato di...