Coprifuoco e riaperture, Draghi gela i partiti: “Si decide il 17 maggio”

Palazzo Chigi conferma la tabella di marcia: nuovi step di allentamento delle misure in base ai dati, riaprire sì ma con prudenza.

Governo al lavoro per definire il cronoprogramma delle riaperture con la curva dei contagi che manda piccoli segnali di incoraggiamento.

Diversi soggetti della maggioranza, a partire da Lega e Forza Italia, contavano su riaperture e fine del coprifuoco per lunedì 17 maggio, che invece resta semplicemente la data di convocazone per la cabina di regia che dovrà decidere in proposito.

Coprifuoco in Italia e possibili nuove riaperture

Si decide la prossima settimana. Si svolgerà lunedì 17 maggio la cabina di regia tra le forze di maggioranza. Lo riferisce Palazzo Chigi. Il premier Draghi non ha voluto farsi ‘tirare per la giacchetta’ dai partiti che puntano elettoralmente sulla fine delle misure di sicurezza.

Cabina di regia

Resta questa la linea di Palazzo Chigi, che conferma la tabella di marcia: in settimana via libera al dl sostegni bis – in Cdm tra giovedì e venerdì – con quaranta miliardi per rimettere in carreggiata i settori più falcidiati dalla crisi innescata dal Covid; poi la settimana prossima -in base a dati ‘consolidati’- una cabina di regia su possibili nuove aperture, che verranno dettate dai numeri.

Avanti con prudenza

La rotta resta infatti quella ribadita dal premier Mario Draghi a Porto, a margine del summit europeo, ovvero riaperture nel segno della “ragionevolezza e della prudenza”, spiegano fonti vicine al presidente del Consiglio. Confermando che, nella riunione di oggi sul dl sostegni bis, la richiesta di un ‘tagliando’ su eventuali allentamenti delle misure anti-Covid già venerdì è stata sollevata al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Roberto Garofoli, quando Draghi aveva già lasciato la riunione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Coprifuoco e riaperture, Draghi gela i partiti: “Si decide il 17...