Castelli: “Ristoratori cambino mestiere”. Bufera sul viceministro M5s

L'esponente del Governo Conte ha affermato che i ristoratori in crisi dovrebbero esplorare nuove opportunità di business

Tra le varie categorie colpite dalla crisi legata all’emergenza sanitaria, i ristoratori sono, insieme agli albergatori, una delle più colpite. Diversi fattori, tra cui la paura, tengono ancora moltissime persone lontane dai ristoranti, mentre le nuove norme sul distanziamento sociale hanno ridotto di molto la capienza delle sale interne dei ristornati.

Insomma, una situazione alquanto preoccupante, che ha spinto già moltissimi ristoratori ad abbassare definitivamente la serranda dei loro locali. E che, stando alle dichiarazioni del viceministro all’Economia Laura Castelli, potrebbe ulteriormente peggiorare nei prossimi mesi. L’esponente del Movimento 5 stelle, però, si è lasciata andare ad alcune considerazioni che non solo le hanno scatenato contro le ire dei rappresentanti di settore, ma hanno dato il via a una vera e propria bufera politica.

“Ristoratori alle corde? Cambino mestiere”

Nel corso della trasmissione notturna TG2 Post, il viceministro in quota 5 Stelle ha commentato la situazione di gravi difficoltà che moltissimi ristoratori stanno vivendo lungo tutto lo Stivale. Secondo la deputata, infatti, i ristoratori che non possono tenere aperte le loro attività a causa del calo della domanda dovrebbe prendere in considerazione altre strade.

Nel suo intervento, il viceministro Castelli ha affermato che la crisi ha cambiato le abitudini dei consumatori, spostando domanda e offerta verso nuovi settori e nuovi business. Se una persona decide di non andare più al ristorante, sostiene l’esponente del Movimento 5 stelle, è necessario sostenere quei ristoratori che vogliono intraprendere una nuova attività e non perdere il lavoro. “Magari – ha chiosato il viceministro – hanno visto un nuovo business”.

Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia: la Castelli si dimetta

L’affermazione del viceministro ha immediatamente scatenato le reazioni dei partiti di opposizione. Diversi esponenti di Lega e Fratelli d’Italia (con in testa Matteo Salvini e Giorgia Meloni) hanno voluto far sentire la loro vicinanza ai ristoratori, arrivando a chiedere le dimissioni dell’esponente 5 Stelle.

“Dopo aver massacrato il settore dell’ospitalità con divieti e regole assurde e aver multato gli esercenti che scendevano in piazza perché chiedevano aiuto – ha affermato la Meloni -, l’ultima trovata del Governo giallorosso arriva dalla grillina Castelli: i ristoratori che non hanno più clienti devono cambiare lavoro. Sono senza parole”.

Dello stesso tenore l’intervento di Salvini, affidato come sempre a Facebook. “Massacrati dalla crisi, senza soldi, senza rinvio delle scadenze fiscali e pure sbeffeggiati dalla viceministro grillina all’economia! Non ho più parole…… Abbiamo il governo più vergognoso della storia repubblicana. Prima se ne vanno, meglio sarà per il Paese”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Castelli: “Ristoratori cambino mestiere”. Bufera sul vicem...