Carta prepagata con IBAN: costi e vantaggi

Cosa si intende per carta prepagata e quali sono i vantaggi che possono derivare dall’attivazione di una carta con IBAN.

Tra le diverse carte di pagamento elettronico che è possibile sottoscrivere oggi, troviamo anche la carta prepagata con IBAN. Si tratta di uno strumento con il quale è possibile effettuare sia pagamenti online sia presso gli store fisici, e che presenta le sue peculiarità. 

Vediamo di seguito quali sono i costi e i principali vantaggi che possono derivare dalla scelta di una carta prepagata con IBAN e alcune delle migliori offerte che sono disponibili sul mercato attuale. 

Cosa sono le carte prepagate con IBAN

Le carte prepagate non sono altre che delle carte che possono essere ricaricate in qualsiasi momento, dell’importo che si desidera e con modalità di ricarica differenti. 

Le carta prepagate con IBAN hanno in più, rispetto alla tradizionali prepagate, un codice IBAN grazie al quale è possibile eseguire la maggior parte delle operazioni tipiche di un conto corrente – nonostante la carta non sia effettivamente collegata a un conto. 

Proprio per questa loro caratteristica, che le differenzia sia dalle carte di debito, sia dalle carte di credito, le prepagate hanno solitamente costi di gestione bassissimi: in genere, per esempio, manca il canone mensile, che è pari a zero. 

Scopri le migliori offerte di carte prepagate con IBAN

Quali sono i vantaggi delle carte prepagate con IBAN?

Il primo vantaggio legato a una carta prepagata con IBAN consiste proprio nel fatto che per averne una non si dovrà avere per forza un conto corrente. Per questo motivo, si tratta spesso di carte che vengono possedute anche da soggetti minorenni: in questo modo i genitori avranno la possibilità di controllare gli importi presenti sulla carta e di monitorare le spese dei figli. 

La presenza dell’IBAN rende queste carte degli strumenti davvero interessanti, in quanto è possibile svolgere le principali operazioni tipiche di un conto corrente, come per esempio ricevere e inviare bonifici, non solo in Italia, ma anche da e verso l’estero. 

In aggiunta, le carte prepagate con IBAN possono essere gestite direttamente dall’applicazione dedicata, attraverso la quale sarà possibile monitorare tutte le proprie movimentazioni bancarie e portare a termine qualsiasi operazione.

Un ulteriore vantaggio (di non poco conto) da tenere a mente è rappresentato dal costo: le carte prepagate con IBAN sono spesso gratuite sia per quanto riguarda l’emissione che il mantenimento. 

Sarà anche possibile collegare la carta al proprio smartphone, in modo tale da non doverla necessariamente portare sempre con sé, dato che si potrà pagare direttamente dal telefono. Di seguito sono state esaminate alcune delle migliori offerte di carte prepagate con IBAN che è possibile attivare oggi. 

Carte prepagate con IBAN: quali scegliere

Tra le carte di tipo ricaricabile dotate di IBAN che si consiglia di prendere in considerazione oggi ci sono:

  • la carta DOTS;
  • la carta Hype;
  • la carta Tinaba. 

Ecco quali sono le loro caratteristiche e i motivi per i quali conviene sceglierne una. 

Confronta le migliori carte prepagate con IBAN disponibili online

Carta DOTS

DOTS nasce dalla sinergia tra BPER Banca e Hype: si tratta di un conto di moneta elettronica con carta prepagata MasterCard. 

La carta DOTS è una carta di tipo digitale, che permette di pagare con il solo utilizzo dello smartphone. In questo modo, sarà possibile:

  • evitare sia i contatti sia i contanti;
  • rinunciare alla plastica e rispettare l’ambiente.

In alternativa, sarà anche possibile richiedere l’emissione di una carta fisica, che è realizzata in PLA, un materiale di origine vegetale, con la quale si potrà pagare in negozio anche in modalità contactless. 

Carta Hype

Sono diversi i motivi per i quali si potrebbe scegliere la carta proposta da Hype. Il primo è la presenza dell’IBAN, che rende la carta prepagata uno strumento del tutto simile a un conto corrente. 

Con Hype sarà poi possibile:

  • scegliere tra diverse opzioni di ricarica;
  • effettuare prelievi presso un qualsiasi ATM, anche all’estero;
  • tenere sempre sotto controllo i proprio movimenti, grazie alla presenza dell’applicazione con la quale si potranno anche impostare degli obiettivi di risparmio e scambiare denaro in tempo reale. 

La carta Hype potrà essere messa in pausa in qualsiasi momento e riattivata con un semplice clic; la si potrà anche collegare ad Apple Pay e Google Pay in modo tale da poter pagare direttamente dal telefono. 

Carta Tinaba

Un’altra carta di tipo ricaricabile da prendere in considerazione è quella proposta da Tinaba, la quale appartiene al circuito MasterCard e non prevede né costi di gestione né commissioni nascoste. 

Potrà essere ricaricata in modo gratuito e in qualsiasi momento, permette di effettuare i primi 24 prelievi senza sostenere alcun costo e di ricevere il 10% di cashback su tutti gli acquisti. In più, è abilitata per gli acquisti online e per i pagamenti con:

  • Apple Pay;
  • Google Pay;
  • Samsung Pay;
  • FitBit Pay;
  • Garmin Pay;
  • Swatch Pay, 

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Carta prepagata con IBAN: costi e vantaggi