Camici acquistati dalla ditta del cognato? Fontana querela il Fatto Quotidiano

Report avrebbe scoperto che la Regione Lombardia ha acquistato 70 mila camici monouso dalla ditta del cognato di Fontana

Querela per il Fatto Quotidiano e diffida a trasmettere il servizio per la trasmissione “Report”, in onda ogni lunedì sera su Rai 3. Sono bastate le anticipazioni del quotidiano diretto da Marco Travaglio e un post pubblicato sulla Pagina Facebook della trasmissione televisiva per scatenare un putiferio con la Regione Lombardia.

Al centro della querelle troviamo l’approvvigionamento di dispositivi di protezione individuale per la sanità pubblica lombarda da parte di ARIA, la centrale acquisti regionale che si occupa di reperire materiali, prodotti e servizi necessari per enti e aziende legate alla Regione Lombardia. Secondo gli inviati di Report, infatti, una commessa da oltre 500 mila euro sarebbe stata affidata al cognato del Presidente Fontana senza gara d’appalto.

Fornitura camici regione Lombardia: cosa sarebbe accaduto

Stando all’anticipazione del servizio pubblicata sulla Pagina Facebook di Report, in piena emergenza COVID-19 la società Dama Spa riceve un ordinativo da 70 mila camici monouso dalla regione Lombardia attraverso una procedura negoziata. Ossia, senza gara pubblica. Vista la situazione d’emergenza, non ci sarebbe nulla di strano nella faccenda, se non che Dama SpA (che tra le altre cose produce anche i capi di abbigliamento del marchio “Paul&Shark”) abbia stretti legami con il Presidente Attilio Fontana.

“Il 16 aprile – si legge nel post Facebook di Report -, nel pieno dell’emergenza Covid-19 in Lombardia, con le terapie intensive intasate e il personale sanitario senza dispositivi di protezione, la ditta del cognato e della moglie del presidente Attilio Fontana si è aggiudicata, senza passare una gara pubblica, una fornitura di camici da mezzo milione di euro“.

Nel video si può vedere uno spezzone del servizio, nel corso del quale il dottor Andrea Dini (cognato del Presidente Fontana) prima afferma che si tratta di una donazione alla Regione, mentre qualche minuto dopo cambia versione. L’amministratore delegato di “Paul&Shark” afferma che “chi se ne è occupato ha mal interpretato la cosa, ma dopo io sono tornato, me ne sono accorto e ho immediatamente rettificato il tutto perché doveva essere una donazione. Le carte ad Aria ci sono tutte, abbiamo fatto note di credito e tutto. Non abbiamo mai preso un’euro da Aria e mai lo prenderemo”.

La replica del Presidente Fontana

La vicenda interessa, ovviamente, anche il Presidente Fontana che, come detto, ha già annunciato querela. “Ho dato mandato ai miei legali di querelare ‘Il Fatto Quotidiano’ per l’articolo di oggi che anticipa i contenuti della prossima puntata della trasmissione televisiva della Rai ‘Report’ in cui si racconta di una donazione di camici per protezione individuale forniti alla Regione Lombardia. Si tratta dell’ennesimo attacco politico vergognoso, basato su fatti volutamente artefatti e scientemente omissivi per raccontare una realtà che semplicemente non esiste”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Camici acquistati dalla ditta del cognato? Fontana querela il Fatto Qu...