Berlusconi indagato a Roma: corruzione in atti giudiziari

Esprime "massima tranquillità" per l'indagine l'avvocato di Berlusconi, Niccolò Ghedini

Silvio Berlusconi è indagato dalla procura di Roma per corruzione in atti giudiziari nell’ambito del filone relativo alle sentenze pilotate al Consiglio di Stato, in particolare per quella che il 3 marzo 2016 ha annullato l’obbligo di cedere la quota eccedente il 9,99% in Banca Mediolanum fissato da Bankitalia.

La sentenza in questione aveva ribaltato quella del Tar del Lazio che imponeva la vendita del 20% delle azioni per il fatto che l’ex presidente del Consiglio non aveva più i requisiti di onorabilità previsti dalla legge in seguito alla condanna in via definitiva per frode fiscale legata ai diritti Mediaset.

A esprimere “massima tranquillità” per l’indagine l’avvocato di Berlusconi, Niccolò Ghedini: “Il presidente Berlusconi – dice all’Adnkronos – era già stato indagato e già archiviato per la stessa vicenda e l’indagine è stata riaperta per via di nuovi elementi. Sia io che l’avvocato Coppi siamo certi che in tempi brevi sarà ri-archiviata di nuovo perché non ci sono elementi tali da sostenere un’accusa in giudizio”. “Berlusconi scende di nuovo in campo per le elezioni e puntuale come un orologio arriva l’avviso di garanzia. Le solite coincidenze…”, scrive su Twitter Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia.

Dal ‘vaso di Pandora’ emerso dall’inchiesta sulle presunte sentenze pilotate al Consiglio di Stato esce anche il nome di Silvio Berlusconi, che fu ‘graziato’ dai giudici amministrativi che annullarono l’obbligo deciso da Bankitalia di vendere le quote che l’ex premier deteneva in Banca Mediolanum. A dare uno scatto all’inchiesta sul filone delle sentenze pilotate è stata la collaborazione fornita dagli avvocati Pietro Amara e Giuseppe Calafiore, arrestati nel febbraio del 2018. I due proprio lo scorso 15 febbraio hanno patteggiato una condanna a 3 anni per il primo e a 2 anni e nove mesi per il secondo.

In collaborazione con Adnkronos

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Berlusconi indagato a Roma: corruzione in atti giudiziari