Arrestato ex patron di Facile.it: accusato di violenza sessuale e sequestro di persona

L'imprenditore Alberto Genovese è stato fermato perché, pare, stesse progettando la fuga in Sud America

Le accuse sono di quelle pesanti: violenza sessuale, spaccio di droga e sequestro di persona. Il rischio, invece, che l’accusato potesse scappare e far perdere le proprie tracce (pare che fosse già pronto un jet privato per portarlo al di là dell’Oceano Atlantico, in Sudamerica) ha portato gli inquirenti ad arrestarlo. Così, dalla serata di ieri sabato 7 novembre, Alberto Genovese è in stato di fermo e verrà probabilmente ascoltato dagli inquirenti già nelle prossime ore.

La vicenda è stata ricostruita da AGI, citando fondi investigative e di polizia. L’imprenditore, celebre per aver ideato e creato il portale di comparazione Facile.it (rivenduto nel 2014 per 100 milioni di euro), avrebbe abusato della ragazza circa un mese fa all’interno della sua abitazione milanese nel corso di una festa a base di alcol e sostanze stupefacenti. Secondo quanto ricostruito dai giornalisti di Agenzia Italia, i fatti si sarebbero verificati tra la nottata del 10 ottobre e la mattinata dell’11 ottobre, quando la ragazza ha partecipato (con alcune amiche) alla festa in un attico a due passi dal Duomo.

Dalla ricostruzione emerge un quadro piuttosto pesante, per l’imprenditore 43enne. La ragazza, che aveva da poco compiuto la maggiore età, sarebbe stata portata in camera da letto al termine del festino e, una volta dentro, sarebbe stata narcotizzata e costretta più volte ad avere rapporti sessuali. L’ingresso della stanza era inoltre presidiato dalle guardie del corpo dell’imprenditore, che avrebbero impedito alle amiche della giovane di entrare nella camera da letto e verificare le sue condizioni di salute.

La giovane sarebbe riuscita a riprendersi completamente solo il giorno successivo (la domenica quindi) e avrebbe abbandonato l’appartamento ancora dolorante e semisvestita. Scesa in strada, ha incontrato una pattuglia della Polizia alla quale ha denunciato l’accaduto. La Procura di Milano ha quindi iniziato a indagare sull’accaduto, raccogliendo le testimonianze di tutte le persone interessate.

Genovese, che probabilmente sentiva sempre più forte la pressione della Polizia e degli inquirenti, stava quindi progettando la fuga. Non più di qualche giorno fa pare si sia recato presso l’ufficio Passaporti per ritirare un nuovo documento e, in base ad alcune intercettazioni, pare fosse pronto a fuggire in America del Sud con un jet privato. Per evitare che il piano potesse concretizzarsi, l’imprenditore è stato fermato con le accuse di violenza sessuale, lesioni, spaccio e sequestro di persona.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Arrestato ex patron di Facile.it: accusato di violenza sessuale e sequ...