Aprire conto corrente a un figlio: le opzioni per i minorenni

Miglior conto deposito per bambini e conto corrente per minorenni con IBAN: le soluzioni che si possono attivare online. 

Aprire un conto corrente a un figlio è possibile? Anche ipotizzando di sottoscrivere un conto corrente cointestato, è molto probabile che le banche non diano la possibilità che uno dei cointestatari sia un soggetto minorenne. 

Quali sono, allora, le soluzioni alle quali si può ricorrere? Il conto corrente per giovani è riservato ai soggetti che hanno un’età compresa tra i 18 e i 30-35 anni, quindi si tratta di un’ipotesi da scartare. 

Ecco allora a quali istituti di credito rivolgersi per aprire un conto corrente a un figlio e fare in modo che possa imparare fin da piccolo a gestire i propri soldi, partendo dal risparmio. 

Conto corrente per minorenni UniCredit

Più che un conto corrente, quello proposto da UniCredit è un conto deposito di risparmio, ovvero un conto in cui depositare dei soldi riservato ai giovani di età compresa tra i 13 e i 17 anni

Si consiglia di sottoscriverlo perché:

  • rende indipendenti: si potrà infatti prelevare in totale autonomia, nei limiti contrattualmente previsti, presso tutti gli sportelli automatici in Italia e all’estero e presso la Filiale in cui è stato aperto il conto. Con la carta prepagata richiedibile dai ragazzi con più di 14 anni, è anche possibile fare acquisti online;
  • conviene: non sono previste spese di apertura e di gestione. In aggiunta, la carta di debito internazionale prevista e la carta prepagata ricaricabile, richiedibile per chi ha già compiuto 14 anni, sono rilasciate gratuitamente;
  • cresce ogni anno, con l’applicazione di un tasso di interesse pari allo 0,20%.

Conto corrente per minorenni Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo propone XME Conto UP!, un conto gratuito per i figli, che potrà essere aperto anche online. Il conto potrà essere aperto da un genitore titolare del contratto My Key, che dovrà essere stato attivato a distanza. 

Il conto corrente per minorenni di Intesa Sanpaolo permette di:

  • effettuare acquisti e prelievi di contante fin dagli 8 anni di età, nei limiti che vengono impostati dal genitore;
  • impostare un limite di utilizzo di conto e carte scelti dal genitore tramite il Parental Control;
  • utilizzare il Salvadanaio tecnologico XME dindi, che permette ai bambini di mettere da parte i soldi ricevuti tra regali e paghette, in modo semplice e divertente. 

Sarà possibile depositare fino a 20.000 euro e impostare limiti di spesa fino a:

  • 200 euro al giorno;
  • 1.700 euro al mese. 

Fino ai 18 anni si potrà inoltre usufruire del servizio paghetta, che permette di addebitare in automatico sul conto l’importo desiderato. Al conto corrente XME Conto UP! è anche associata una carta di debito collegata che permette di versare, prelevare e fare pagamenti, in Italia e all’estero, anche online. 

Ecco quali sono le sue principali condizioni di utilizzo:

  • canone mensile base: gratuito, con lo sconto di 6,00 euro fino al compimento dei 18 anni per i conti aperti entro il 30 giugno 2022;
  • contratto My Key intestato al minore a partire dagli 8 anni;
  • O-Key Smart (chiavetta O-Key virtuale) inclusa;
  • accredito bonifici e paghetta: incluso nel canone mensile.

Sono poi gratuiti:

  • i prelievi di contante con carta di debito in tutti gli sportelli automatici, in Italia e all’estero;
  • i bonifici – SEPA in euro online e in filiale allo sportello verso Italia e Ue;
  • il costo per l’invio dell’estratto conto cartaceo;
  • il costo di rinnovo a scadenza di XME Card Plus collegata al XME Conto UP!;
  • l’addebito diretto ADUE SDD CORE. 

Anche l’imposta di bollo sarà a carico della banca. 

Conto corrente per minorenni Poste Italiane

Poste Italiane non offre un vero e proprio conto corrente per minorenni, ma un libretto postale dedicato ai minori, attraverso il quale si potranno mettere da parte piccole somme e insegnare ai figli a gestire i propri risparmi. 

Il libretto potrà essere aperto sia in forma cartacea, sia in forma dematerializzata. Ne esistono 3 differenti versioni, ognuno pensato per una specifica fascia di età: IO Cresco, IO Conosco, IO Capisco.

Io cresco è dedicato ai bambini tra 0 e 12 anni e permette di effettuare versamenti e prelievi consentiti al genitore e al tutore. Io conosco è per i ragazzi di età compresa tra 12 e 14 anni e si caratterizza per versamenti e prelievi, consentiti anche al minore, fino a 30 euro al giorno e 250 euro al mese. Il genitore o il tutore possono inoltre richiedere la Carta IO, intestata al minore

Io capisco è, invece, il libretto per i ragazzi di età compresa tra i 14 e i 18 anni che permette:

  • i versamenti e i prelievi consentiti anche al minore fino a 50 euro al giorno e 500 euro al mese;
  • al genitore o al tutore di richiedere la Carta IO, intestata al minore.