Antonella Polimeni prima donna rettore all’Università Sapienza in 700 anni

Antonella Polimeni, per la prima volta dopo più di 700 anni una donna viene nominata rettrice all'Università La Sapienza di Roma

È la prima volta dopo più di 700 anni ce una donna viene scelta per ricoprire il ruolo di rettrice: con il nome di Antonella Polimeni l’Università La Sapienza di Roma scrive la storia. Preside della Facoltà di Medicina e Odontoiatria e docente di Malattie Odontostomatologiche, 58 anni, è stata eletta al primo turno con il 60,7%.

Chi è Antonella Polimeni

A La Sapienza di Roma, fondata nel 1303 e diventata – nel 2006 – la più grande Università d’Europa, Antonella Polimeni come nuova rettrice si è presentata con un chiaro programma elettorale, dove ha spiegato come l’Ateneo “crescerà ulteriormente se saprà percepire la ricchezza del suo pluralismo e, se posso dire, della sua biodiversità, grazie alla forza della sua unità nel rispetto delle specificità e delle autonomie”.

“Mi presento alle Elettrici e agli Elettori con una esperienza venticinquennale maturata nella nostra Istituzione e negli Organi di Ateneo” ha anche annunciato ai colleghi e alle colleghi. Non a caso la Polimeni fin da giovane universitaria è stata rappresentante degli studenti poi ha ricoperto il ruolo di componente del nucleo di valutazione e consigliere di amministrazione. È stata anche la prima donna eletta preside della nella facoltà di Medicina e Odontoiatria.

Il suo è un curriculum  di tutto rispetto: Antonella Polimeni ha infatti alle spalle 470 pubblicazioni edite su riviste internazionali e nazionali, ha preso parte a più di 100 conferenze e convegni nazionali e internazionali, pubblicato 6 manuali, di cui uno edito in lingua inglese e 2 monografie. Inoltre, ha curato l’edizione italiana di un testo atlante e di due manuali, nonché le linee guida edite dal ministero della Salute.

Antonella Polimeni, prima rettrice eletta in un grande ateneo italiano

Antonella Polimeni sarà la rettrice della Sapienza per il sessennio 2020-2026. Succede a Eugenio Gaudio, che ha guidato la Sapienza dal 2014 al 2020.  È la prima donna a ricoprire la massima carica accademica alla Sapienza e la prima rettrice eletta in un grande ateneo italiano.

Come fa sapere in una nota La Sapienza, “è stata eletta dalla comunità accademica alla prima tornata elettorale che si è svolta dal 10 al 13 novembre 2020, ottenendo la maggioranza assoluta (metà+1) dei voti non pesati (per i docenti) e dei voti pesati (per il personale tecnico-amministrativo e i rappresentanti di studenti e assegnisti di ricerca), pari a 2.529,74 voti su 4.170,32 voti totali, pari a una percentuale del 60,7%”. È stata la prima volta che l’Università – a causa dell’emergenza Covid – ha scelto il voto telematico. Lo scrutinio pubblico, infatti, è stato diffuso in streaming online venerdì 13 novembre 2020.

Un grande successo anche perché la partecipazione al voto è stata molto elevata: hanno votato complessivamente il 74,5% degli aventi diritto.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Antonella Polimeni prima donna rettore all’Università Sapienza ...