Cosa c’entra Amazon con Esselunga e perché se ne parla

Il colosso dell'E-commerce avrebbe provato ad avanzare delle offerte alla catena di supermercati italiana

Amazon tenta Esselunga. Al momento sarebbero soltanto indiscrezioni ma sembrerebbe che il colosso delle spedizioni sia intenzionato a fare una proposta alla catena di supermercati italiana della famiglia Caprotti. La proprietà ha smentito ufficialmentenel modo più fermo ogni voce o ipotesi di trattativa di vendita, mai presa in considerazione con nessuno e per nessuna ragione”, ma ciò non esclude che la multinazionale di Jeff Bezos non possa avere intenzioni serie.

Cosa c’entra Amazon con Esselunga e perché se ne parla: la scalata

Il business dell’azienda americana si è allargato sempre di più negli anni, dalla posizione dominante nell’E-commerce fino alla creazione delle piattaforme di streaming, all’approdo nel settore farmaceutico e adesso l’interessamento sempre più deciso nella grande distribuzione organizzata.

Amazon è atterrata nel mondo alimentare a giugno 2017 con l’acquisizione per 13,7 miliardi di dollari di Whole Foods, catena statunitense proprietaria di oltre 400 punti vendita di cibo organico e biologico.

Il primo passo per lanciarsi all’inseguimento di un gigante del settore, entrato nel mirino di Jeff Bezos, come Wallmart, da oltre 20 anni in testa nella classifica Global Powers of Retailing 2021 di Deloitte dei primi dieci retailer al mondo.

Posizione bramata da Amazon che nel frattempo è riuscita a scalzare dal secondo gradino del podio un’altra istituzione come Costco Wholesale Corporation, grazie a una crescita del 17,7%.

Cosa c’entra Amazon con Esselunga e perché se ne parla: i tentativi

Inoltre con il lancio di Amazon Go, l’azienda ha puntato sull’automazione dimostrando l’interesse per i negozi fisici. Grazie a questa tecnologia infatti sarebbe possibile fare la spesa tramite un’app collegata ad un conto Amazon, utilizzando la scansione di un codice su smartphone per farsi identificare, entrare nel negozio e fare gli acquisti.

Un’esperienza non pienamente riuscita, condotta negli Stati Uniti e che ha trovato applicazione finora soltanto vicino casa con l’apertura dell’Amazon Go Gorcery a Seattle e ad alcuni punti a San Francisco. Ma sulla scorta della quale anche in Europa è sbarcato un supermercato con casse automatiche, l’Amazon Fresh di Londra.

In questo senso, l’eventuale acquisizione di Esselunga assicurerebbe al gigante americano delle spedizioni una presenza importante in Europa nel settore GDO, con dei presidi fisici sul territorio italiano, e potrebbe portare un prezioso contributo tecnologico alla catena di supermercati della famiglia Caprotti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa c’entra Amazon con Esselunga e perché se ne parla