Maxi richiamo Ferrari in Cina: cosa sta succedendo

Oltre 2.222 Ferrari necessitano di essere riparate solo in Cina, e la campagna di richiamo potrebbe presto estendersi a tutto il mondo

Ferrari ha disposto il richiamo di migliaia veicoli a causa di un problema ai freni. Le quotazioni in borsa del marchio hanno subito un ulteriore tracollo del 3,3% dopo l’annuncio, che ha portato la flessione annuale al 13%. Alla base della campagna ci sarebbe un problema ai freni che riguarda diversi modelli di auto di lusso.

Quali sono i modelli di Ferrari oggetto di richiamo in Cina e nel resto del mondo

I veicoli oggetto di richiamo, fanno sapere da Maranello, sono equipaggiati con un tappo del serbatoio del liquido dei freni che potrebbe non sfiatare in maniera corretta, potenzialmente creando un vuoto all’interno del sistema frenante. I modelli coinvolti sono il 458 e il 488.

Non è noto il numero di macchine coinvolte a livello globale, ma Bloomberg fa sapere che solo in Cina sono oggetto di richiamo 2.222 Ferrari. Quasi la totalità delle auto vendute dal Cavallino nel Paese orientale dal 2018 allo scorso mese.

Il gigante dell’automotive ha dichiarato di aver identificato il problema lavorando a contatto con il fornitore Bosch GmbH  e aver subito allertato le autorità nazionali. Proprio da un documento pubblicato sul sito del Samr, l’autorità statale cinese che si occupa di regolamentare il mercato, sono emersi altri dettagli.

Nel documento dell’ente pubblico della Cina è emerso nello specifico che il richiamo riguarda i seguenti veicoli prodotti tra il 2 marzo 2010 e il 12 marzo 2019.

  • 458 Italia.
  • 458 Speciale.
  • 458 Speciale A.
  • 458 Spider.
  • 488 GTB.
  • 488 Spider.

Sul sito istituzionale viene precisato che i modelli oggetto del richiamo sono potenzialmente a rischio di perdite del serbatoio del liquido dei freni, che possono causare problemi nella frenata o addirittura guasti permanenti. Per questo chiunque possieda una di queste auto è invitato a guidare con prudenza.

Addirittura le autorità cinesi invitano gli automobilisti a contattare subito il carro attrezzi qualora dovesse accendersi la spia che segnala uno scarso livello del liquido dei freni. Il richiamo ufficiale partirà infatti il 30 maggio. La divisione della Cina del marchio di auto di lusso sostituirà gratuitamente tutti tappi del serbatoio del liquido dei freni per le auto oggetto di richiamo.

Maxi richiamo per le auto Ferrari: i precedenti nella storia recente del marchio

Non è la prima volta che Ferrari si trova costretta a richiamare le sue auto. In passato è toccato alle 488 GTB del 2016 a causa di possibili perdite nei tubi del carburante. Poi è stata la volta delle 458 Italia, 458 Spider, 458 Speciale e 458 Speciale A, California T, FF, F12 Berlinetta e LaFerrari prodotte nel 2015 a causa di airbag difettosi, assemblati in maniera scorretta e che avrebbero potuto ferire il guidatore.

Ancora i veicoli LaFerrari prodotti tra il 2014 e il 2015 sono stati richiamati perché i poggiatesta installati nei moderni sedili L32 non rispettavano tutte le norme di sicurezza e potevano causare problemi di salute in caso di incidente o brusche frenate.

A proposito del Cavallino, vi abbiamo parlato qui della prima Ferrari elettrica. E vi abbiamo svelato qua tutti i dettagli della nuova F1-75. L’azienda si è distinta di recente per aver elargito un maxi bonus ai dipendenti, come riportato in questo nostro articolo.