Perché (e quanto) è aumentato il costo della colazione

Secondo un'analisi, il costo medio della colazione è aumentato vertiginosamente nell'ultimo anno e mezzo: qual è il motivo

Il noto quotidiano statunitense Financial Times ha recentemente elaborato dei dati relativi al costo medio della colazione. Secondo l’analisi, infatti, c’è stato un notevole aumento rispetto alla spesa fotografata a marzo 2020: si parla di una crescita di addirittura il 63% in un solo anno. Ma perché si è registrato questo boom? Ecco il motivo.

Perché è aumentato il costo della colazione? La colpa è del clima

Secondo il Financial Times, alla base dell’aumento del costo medio per una colazione c’è la lievitazione dei prezzi di materie prime come latte, arance, grano, zucchero, caffè e avena. Tutti prodotti che hanno toccato livelli record nell’ultimo decennio (ecco quanto arriverà a costare un caffè al bar).

L’aumento dei costi è dovuto a più fattori, tra cui la pandemia, ma non solo. Il cambiamento climatico, per esempio, è una variabile che ha inciso parecchio. La grande siccità registrata in Canada ha ridotto i raccolti di avena fino al 44%: ne è seguito un effetto domino inevitabile, visto che è il più grande produttore ed esportare al mondo.

Stesso discorso in Brasile e Argentina, rispettivamente leader nella produzione di caffè e grano: i prezzi, nei due Paesi sudamericani, sono aumentati del 100% e del 50%. L’ultima volta che i prezzi del grano sono saliti ai livelli attuali è stato all’indomani della siccità del 2012 negli StatiUniti. Anche in quel caso, quindi, la causa principale è stata legata al clima (intanto per le feste è previsto un rialzo dei prezzi: qui vi abbiamo spiegato perché si parla di “stangata di Natale”).

Non solo il clima: gli altri fattori che fanno aumentare i prezzi

Ci sono poi altre situazioni che incidono poi sulle tasche dei consumatori. Per esempio, la crisi del gas naturale, attraverso cui passa tutta la produzione dei fertilizzanti. Anche il suo prezzo è schizzato alle stelle, lo si è appreso dalle ultime bollette legate alle utenze domestiche (non solo cibo e bollette: il nuovo listino prezzo con tutti i rincari).

Questione trasporti. Il grosso della merce viaggia su nave, ma nei porti si stanno registrando notevoli ritardi. A volte anche di due mesi. La causa è la moltiplicazione degli ingorghi nei porti del Pacifico, che comportano rincari fino al 280%.

Insomma, gli aumenti ci sono anche se non ce ne accorgiamo. Su questo è intervenuto Will Italia, che ha spiegato anche il perché. I motivi sarebbero due:

  • la maggior parte degli aumenti di prezzo è assorbita dalla catena di produzione. Sostanzialmente sono i produttori, o i trasportatori, a decidere di rinunciare a parte dei loro margini di guadagno per continuare a essere competitivi, mettendo sotto stress le aziende già in difficoltà;
  • la nostra percezione. Nel senso che è difficile accorgersi dei cambiamenti su piccole somme.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Perché (e quanto) è aumentato il costo della colazione