Carburante, prezzi alle stelle. Ma quanto valgono le accise?

Diesel e benzina sono ai massimi dal 2014, ma nessuno parla più delle imposte che l’Italia si porta dietro da 90 anni

Era il 1935, l’Europa dei nazionalismi stava per diventare il teatro del secondo conflitto globale e l’Italia fascista si apprestava ad intraprendere quella che verrà ricordata come la guerra d’Etiopia.

Parte addirittura da qui la lunga storia italiana delle accise sul prezzo del carburante, l’imposta sulla fabbricazione e la vendita del prodotto al consumo.

Quelle attualmente in vigore riguardano i prezzi dei derivati della raffinazione del petrolio (benzina, diesel e gpl) e il gas metano e non sono altro che piccoli incrementi sul prezzo del prodotto al dettaglio, inseriti in determinati momenti storici per fare fronte a temporanee situazioni di crisi (qui come si è arrivati al prezzo massimo della benzina).

Un fardello che il nostro Paese si porta dietro da tempo immemore. Una situazione assai sgradevole per i contribuenti – che vedono incrementarsi il prezzo per i rifornimenti – e mai davvero affrontata dalla politica, che (come spesso capita) si è riempita la bocca con la promessa di abolirle senza poi farlo.

Accise: gli errori del passato e la situazione attuale

Anzi, se possibile l’intervento dei nostri governanti ha peggiorato la situazione, rendendo il complicato quadro delle accise difficilmente modificabile allo stato attuale (qui lo storico degli aumenti durante la pandemia).

Infatti, risale al 1995 l’intervento dell’allora governo Berlusconi I che decise di inglobare tutte le accise sotto un’unica voce indifferenziata, senza più alcun riferimento alle cause che hanno portato all’introduzione delle singole voci.

Ad ora quindi, non potendo scorporare l’importo che innalza il prezzo del carburante, non è possibile eliminare quegli incrementi divenuti palesemente inattuali che oggi non avrebbero più motivo di esistere.

Accise: da dove nascono e quanto valgono

Ma quanto valgono per lo Stato le accise sui carburanti? Nel calcolo bisogna tenere presente che ogni imposta ha comportato nel tempo un rincaro diverso, mentre non tutte hanno colpito ogni tipo di combustibile in maniera indistinta.

Inoltre non bisogna dimenticare che sui carburanti grava anche l’Iva al 22%, che non viene calcolata solo sul prezzo netto ma anche sui balzelli. Una tassa sulle tasse.

Secondo gli ultimi dati del Mise (Ministero dello Sviluppo Economico), il dettaglio delle accise è il seguente

  • benzina: 728,40€ ogni 1000 litri
  • gasolio: 617,40€ ogni 1000 litri
  • GPL: 267,77€ ogni 1000 litri
  • metano: 4,4€ ogni 1000 kg

Un quadro che, nel solo 2017, ha generato un gettito per lo Stato di quasi 26 miliardi di euro, somma che negli ultimi dieci anni ha visto un incremento di 5,4 miliardi (e che comunque non include l’Iva).

Di seguito, nel dettaglio, tutte le 19 accise tuttora attive, con l’anno di introduzione, la causa che ha portato al loro inserimento e l’incremento di costo che comportano:

  • Finanziamento per la guerra d’Etiopia (1935) +0,000981 €/l
  • Finanziamento della crisi di Suez (1953) +0,00723 €/l
  • Ricostruzione post disastro del Vajont (1963) +0,00516
  • Ricostruzione post alluvione di Firenze (1966) +0,00516
  • Ricostruzione post terremoto del Belice (1968) +0,00516
  • Ricostruzione post terremoto del Friuli (1976) +0,00511
  • Ricostruzione post terremoto dell’Irpinia (1980) +0,0387
  • Finanziamento missione Onu in Libano (1982) +0,106
  • Finanziamento missione Onu in Bosnia (1996) +0,0114
  • Rinnovo contratto autoferrotramvieri (2004) +0,020
  • Acquisto autobus ecologici (2005) +0,005
  • Ricostruzione post terremoto dell’Aquila (2009) +0,0051
  • Finanziamento alla cultura (2011) + 0,0071
  • Finanziamento crisi migratoria libica (2011) +0,04
  • Ricostruzione post alluvione Toscana e Liguria (2011) +0,0089
  • Finanziamento decreto “Salva Italia” (2011) +0,082
  • Ricostruzione post terremoto in Emilia (2012) +0,024
  • Finanziamento del decreto “Fare” (2013) +0,005
  • Finanziamento del “Bonus Gestori” (2014) +0,0024

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Carburante, prezzi alle stelle. Ma quanto valgono le accise?