Buy now pay later, sistema di pagamento in crescita: come funziona

In Italia si sta diffondendo rapidamente tra i consumatori la modalità di pagamento Buy now pay later: è boom soprattutto tra i giovani

Compri ora, ma paghi dopo. È questo il principio del sistema di pagamento Buy now pay later (Bnpl), che sta vivendo una enorme diffusione in Italia. Lo scorso anno si stima che il fenomeno sia cresciuto del 134%. Di fatto i consumatori hanno l’opportunità di rateizzare i costi dei propri acquisti senza spese di gestione e senza alcun tasso di interesse.

Buy now pay later: come funziona

Il metodo è semplice e immediato: il processo viene completato nel giro di qualche minuto ma soprattutto non è necessario consegnare la busta paga o altri documenti per attestare il proprio reddito. È sufficiente essere muniti della carta di credito.

Essendoci un tasso pari a 0 alla cassa, il prezzo finale del proprio acquisto viene soltanto dilazionato in diverse rate, che solitamente variano dalle tre alle quattro. Il loro importo è sempre fisso. Chiaramente in caso di mancato pagamento sono previste delle penali.

I vantaggi di vendere un prodotto con Bnpl

Il Bnpl è legato prevalentemente al mondo dell’e-commerce, ma vista la sua ampia richiesta sarebbe destinato ad estendersi rapidamente anche nei negozi fisici di varie categorie di prodotti. Ad oggi ormai quasi tutte le piattaforme online offrono di default questa modalità di pagamento.

Qui abbiamo parlato della rivoluzione dell’e-commerce.

Abbiamo visto quali sono i vantaggi per i consumatori, ma quali sarebbero quelli per i venditori? il sistema Buy now pay later potrebbe sicuramente incentivare gli acquisti dei prodotti più costosi, che altrimenti non finirebbero nel “carrello”. Rimandare la spesa totale, dividendola in più rate, può essere per questo una strategia vincente.

L’altro possibile vantaggio è legato alla tecnica dell’upselling, che consiste nel proporre al cliente qualcosa con un prezzo superiore rispetto a ciò a cui era inizialmente interessato. Facendo un esempio pratico, se un consumatore vuole uno smartphone da 300 euro, gli può essere proposto un modello superiore che costa 400 euro, ma con la possibilità di rateizzarlo senza interessi in 3 o 4 mesi.

Qui le maxi multe per le pratiche scorrette di e-commerce.

Boom tra i giovani

Oggi ad approfittare della modalità di pagamento Buy now pay later sono soprattutto le giovani generazioni, che non dispongono ancora di un reddito totalmente autonomo. Acquistare un certo prodotto dilazionando la somma da versare consente di effettuare spese che altrimenti non potrebbero permettersi.

Qui abbiamo parlato degli under 30 sempre più digitali.

Per gli over 40 invece il Bnpl potrebbe rivelarsi più come un utile strumento di gestione delle spese, in quanto permetterebbe di pianificare i pagamenti in diversi mesi senza alleggerire di punto in bianco il conto corrente, tenendo così le risorse per eventuali imprevisti.

La criticità del Buy now pay later

Il principale problema dell’innovativa modalità di pagamento risiede nella possibilità dei consumatori di compiere più acquisti nello stesso periodo di tempo, senza magari avere la garanzia di riuscire a pagare nei tempi stabiliti. I rischi sono quindi quelli di incorrere nel sovraindebitamento o nell’insolvenza.