Nuovo bonus spesa Covid per famiglie: requisiti, domanda e quando arriva

Il decreto Sostegni bis, pubblicato in Gazzetta il 25 maggio, prevede lo stanziamento di un fondo di 500 milioni di euro per aiutare le famiglie in difficoltà: come fare domanda e ricevere i buoni spesa

Il 25 maggio 2021 è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale il decreto Sostegni bis, che tra le varie misure ha rinnovato il finanziamento di 500 milioni di euro per aiutare le famiglie in difficoltà. La somma è destinata ai Comuni, affinché distribuiscano buoni spesa e aiuti per affitti e bollette. Altri 135 milioni di euro sono stati destinati ai centri estivi e ad altre iniziative educative tra il primo giugno e la fine dell’anno. Inoltre, è stato rinnovato il Reddito di emergenza fino a settembre 2021. Ma come si possono ottenere i buoni del bonus spesa Covid? Tutto quello che c’è da sapere, dai requisiti per richiederli alla presentazione della domanda.

Nuovo bonus spesa Covid 500 euro per famiglie: requisiti, domanda e quando arriva

Il decreto Sostegni bis prevede che entro 30 giorni dalla sua entrata in vigore venga istituito un fondo di 500 milioni di euro, da destinare ai Comuni, per i buoni spesa alimentari e per il pagamento dei canoni di affitto e delle utenze domestiche delle famiglie in difficoltà. Misure, queste, contenute nell’articolo 53 del testo definitivo.

Ogni cittadino potrà presentare la domanda per ricevere gli aiuti: sarà poi il Comune, incrociando la domanda con i dati in suo possesso legati al reddito della famiglia, a decidere se concedere o meno il bonus. Ogni Comune deciderà le modalità sia di presentazione della domanda sia di erogazione.

Per esempio, il Comune di Roma ha lanciato l’iniziativa insieme a Poste italiane per la distribuzione della Carta Spesa Roma, di fatto una nuova carta PostePay per l’accredito dei buoni. La sindaca, Virginia Raggi, ha riferito che si punta a consegnarla a 50 mila famiglie della Capitale. A Milano, invece, i contributi vanno dai 300 euro (famiglie composte da un massimo di tre persone) ai 700 euro (se più numerose), anche qui erogati tramite PostePay: si tratta di 12 mila beneficiari.

Nuovo bonus spesa Covid 500 euro per famiglie: come saranno suddivisi

L’articolo 53 del decreto Sostegni bis riporta che il fondo di 500 milioni di euro, previsto per l’anno 2021, debba essere ripartito tra i Comuni entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto stesso. I 500 milioni di euro sono così suddivisi:

  • 250 milioni di euro sono ripartiti in proporzione alla popolazione residente di ciascun comune;
  • 250 milioni di euro sono ripartiti in base alla distanza tra il valore del reddito pro capite di ciascun comune e il valore medio nazionale, ponderata per la rispettiva popolazione. Il calcolo è stato effettuato basandosi sui valori reddituali comunali relativi all’anno d’imposta 2018, pubblicati dal Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’economia e delle finanze (a questo indirizzo).

Nel decreto si legge che il contributo assegnato a ciascun Comune non può in ogni caso risultare inferiore a 600 euro. Inoltre, è previsto che i 250 milioni di euro ripartiti in proporzione alla popolazione residente possa essere ridotta ai comuni con più di 100 mila abitanti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nuovo bonus spesa Covid per famiglie: requisiti, domanda e quando arri...