Verifica di Governo, è il giorno di Renzi: pronto a staccare la spina?

O si accontenterà di un Ministero?

Niente rimpasto. Almeno per ora.  Dalla prima giornata di consultazioni – avviate dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte per la verifica della tenuta della maggioranza –  arrivano dichiarazioni di fedeltà al Governo da M5S e PD che per primi, nella giornata di ieri, hanno varcato le porte di Palazzo Chigi.

“Siamo la prima forza politica in Parlamento e il messaggio che abbiamo portato è stato uno: il Governo deve lavorare per gli italiani, punto”, ribadisce il Ministro degli Esteri Di Maio. 

Getta acqua sul fuoco anche Nicola Zingaretti: “Non abbiamo parlato di rimpasto. Crediamo che l’azione di questo governo debba andare avanti, con una grande sintonia con i problemi degli italiani. È stato un incontro utile che ha ripreso lo spirito di quello tra i leader del 5 novembre, cioè mettere sul tavolo i temi e i nodi per un rilancio dell’azione di governo”.

RENZI DAY – Oggi però è il grande giorno: all’ora di pranzo, infatti, il Premier incontrerà il leader di Italia viva, che lo bersaglia ormai da settimane. Sul tavolo resta saldamente la minaccia di togliere la fiducia al governo il 28 dicembre, ovvero nel giorno in cui è programmato (salvo cambi di programmi) l’ultimo voto sulla Legge di Bilancio 2021, con un discorso al Senato e il ritiro dei ministri di Iv dall’esecutivo. 

Secondo quanto ricostruito nelle scorse ore da la Repubblica l’ex Presidente del Consiglio vorrebbe restare defilato, lasciando la parola alla capodelegazione (e ministra) Teresa Bellanova.  Al centro della discussione il Recovery Plan e, in particolare, la sua gestione con Renzi che ha ripetutamente bocciato la cabina di regia.  Conte potrebbe cedere oppure decidere di andare allo scontro. Intanto, secondo la Stampa non ancora del tutto tramontata l’ipotesi di un mini-rimpasto che coinvolgerebbe ministri “pesanti”. 

 

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Verifica di Governo, è il giorno di Renzi: pronto a staccare la spina...