Stop motori benzina e diesel nel 2035: l’Italia ha deciso

La decisione nella quarta riunione del Cite: scadenza 2040 per furgoni e veicoli commerciali leggeri. Ecco dunque cosa ha deciso l'Italia per la mobilità di massa del prossimo futuro.

Dopo la Cop26 di Glasgow, in cui l’Italia non aveva firmato il documento finale sullo stop alla produzione di motori termici in Europa, c’è stata una svolta con l’annuncio del Comitato interministeriale per la Transizione ecologica. Che tiene aperte le strade alternative all’elettrico puro – dall’idrogeno ai biocarburanti – ma si allinea al ‘phase out’ termico entro il 2035. Ecco dunque cosa ha deciso l’Italia per la mobilità di massa del prossimo futuro.

Registrati per continuare a leggere GRATIS questo contenuto