Stato di emergenza a marzo e Green pass fino a giugno: il piano

Decisione durante il mese di novembre, ma coi contagi in risalita si tratta di molto più che ipotesi.

Il quadro appare chiaro: coi contagi in risalita e i timori legati alla stagione fredda, l’estensione dello Stato di emergenza e del Green pass obbligatorio sono ipotesi sempre più probabili ed in cima all’agenda politica. Il piano è quello di prolungare lo stato di emergenza al 31 marzo e l’obbligatorietà della certificazione verde a fine giugno. Il sistema dei colori delle regioni ritenuto indispensabile, anche in vista del Natale.

Un piano che, oltre a facilitare la gestione della campagna vaccinale sulla terza dose, permetterebbe l’apertura dei locali pubblici e lo svolgimento dell’attività lavorativa anche se i contagi da Covid-19 dovessero continuare a crescere.

Proroga stato emergenza: Sileri e Costa

Io credo che 3 mesi” di proroga “siano ragionevoli. Parlo da medico, non da politico”. Così il sottosegretario alla Salute Pier Paolo Sileri a Quarta repubblica che sottolinea: “Dobbiamo procedere con le terze dosi. Una volta raggiunto il 90% delle persone vaccinate conteniamo l’avanzata del virus ma dobbiamo completare l’opera, cercando bene le varianti. Abbiamo già fatto tanta strada negli ultimi 6 mesi”.

“Faremo una riflessione in fase più avanzata”, dice dal canto suo il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, spiegando che “oggi l’obiettivo è aumentare il numero di vaccinati. Se dovesse rimanere un numero così importante di non vaccinati, è chiaro che sarebbe un elemento che incide”. Quanto al Green pass, “al momento la proroga non è sul tavolo del ministero. Noi confidiamo di arrivare a quel 90 per cento di vaccini che ci permetterà di ridurne l’applicazione”.

Proroga stato emergenza: serve un decreto

Lo stato di emergenza nazionale, decretato il 31 gennaio 2020, può durare al massimo per due anni (12 mesi più altri 12). L’ipotesi al momento è quella di trasformare la norma in un emendamento ad altri provvedimenti — ad esempio il milleproroghe — come avviene per il terremoto, oppure creare un provvedimento ad hoc.

Green pass fino all’estate

L’obiettivo principale di una eventuale estensione della certificazione verde, ovviamente, è quello di spingere ulteriormente la campagna vaccinale. Per la sempre più probabile terza dose, che partirà nei primi giorni dell’anno nuovo, e per raggiungere quota 92% di immunizzati con almeno una dose come da programma del generale Figliuolo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stato di emergenza a marzo e Green pass fino a giugno: il piano