Scuola: quarantena solo con mini-focolaio. Le nuove regole

Il nuovo corso dell'anno scolastico 2021/2022 farà perno non sulla quarantena, bensì sul monitoraggio dei contagi.

E’ definita la strategia della scuola per ridurre al minimo la Dad e tornare al 100% in presenza, complice anche l’obbligo di vaccinazione del personale docente e non dell’Istruzione. Il nuovo corso dell’anno scolastico 2021/2022 farà perno non sulla quarantena, bensì sul monitoraggio dei contagi.

La bozza delle indicazioni definite dal’ISS, assieme ai Ministeri della Salute e dell’Istruzione ed alle Regioni, prevede che la quarantena delle classi resti solo per i bambini da 0 a 6 anni, vale a dire asili nido e scuole materne. Dalle elementari in su viene istituita la sorveglianza “con testing”, che consentirà di evitare la quarantena per tutta la classe fino a due contagiati.

Ecco le regole che vigono quest’anno:

  • in caso di 1 caso do positività (docente/studente) scatta la sorveglianza “con testing” per la classe ed è consentito il rientro a scuola con un risultato negativo:
  • la presenza di un ulteriore contagiato in classe farà scattare la sorveglianza £con testing” per chi è vaccinato o negativizzato da 6 mesi e la quarantena per tutti gli altri;
  • dal terzo contagiato scatta la quarantena per tutta la classe.

La quarantena durerà 10 giorni per i non vaccinati e 7 giorni per i vaccinati. Per nidi e scuola dell’infanzia resta valida la quarantena per tutta la classe per 10 giorni.

I contatti del contagiato sono tutti coloro che sono entrati in contatto con il caso positivo nelle 48 pore precedenti all’insorgenza dei sintomi del Covid o del test positivo. Per quanto riguarda gli insegnanti, si indica un criterio di “presenza” in classe ove è presente un caso positivo uguale o superiore alle 4 ore (anche cumulative) nelle 48 ore precedenti all’insorgenza del contagio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola: quarantena solo con mini-focolaio. Le nuove regole