Recovery Fund, Italia aspetta primo anticipo: quando arriva? Le tappe

Settimana decisiva per il Recovery Fun. Domani la Presidente della Commissione UE von der Leyen sarà a Roma

Settimana decisiva per il Recovery Fund targato Roma. Nella giornata di domani, martedì 22 giugno, in concomitanza con la visita nella Capitale della Presidente von der Leyen arriverà il semaforo verde della Commissione europea.

Da approvazione a prefinanziamento, le tappe  

Ad annunciarlo, nelle scorse ore, la Portavoce della Commissione Dana Spinant che durante il briefing quotidiano online per la stampa, ha ufficializzato il programma delle visite di von der Leyen di questa settimana nel quadro del tour europeo per “Next Generation EU”.

Von der Leyen, sarà nel nostro Paese domani  per consegnare al governo il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) con il via libera dell’Esecutivo comunitario, da sottoporre all’approvazione definitiva da parte del Consiglio Ecofin. I piani che riceveranno il via libera della Commissione la settimana prossima sono sette: quelli di Austria e Slovacchia, dove la presidente della Commissione si recherà lunedì, poi quelli di Lettonia, Germania e Italia martedì, e infine quelli di Francia e Belgio mercoledì.

Quando arriva la prima tranche?

Dopo l’ok della Commissione e l’approvazione definitiva da parte del Consiglio probabilmente nell’Ecofin del 13 luglio,  prevista entro luglio l’erogazione del prefinanziamento nella misura del 13% delle somme previste per il piano. Questo il calendario tracciato a margine della riunione dell’Ecofin della scorsa settimana, dal Ministro  dell’Economia Daniele Franco.

“Abbiamo rispettato ampiamente l’obbligo di dedicare almeno il 37% dei finanziamenti del Pnrr” alla transizione verde; “poi, abbiamo una decisione molto ampia, e quindi non c’è solo una concentrazione sul clima”, ma ci sono investimenti anche in diversi altri settori, in particolare “la ricerca, l’istruzione, e molto nella sanità”, ha detto Franco rispondendo al termine della riunione dell’Ecofin, alla domanda di un giornalista sulle critiche da parte di organizzazioni ambientaliste, che giudicano insufficiente il capitolo dedicato alla transizione verde nel Pnrr italiano,

In attesa dei primi fondi, l’esecutivo guidato da Draghi è impegnato a sciogliere alcuni nodi: dalle mascherine all’eventuale proroga dello stato di emergenza (tema rispetto al quale occorre superare la resistenza in particolare di Salvini e Meloni), luglio mese caldissimo. Non solo per le temperature pronte a salire fino a 40 gradi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Recovery Fund, Italia aspetta primo anticipo: quando arriva? Le tappe