ITA Airways (ex Alitalia) nel mirino di MSC e Lufthansa: la proposta

La compagnia di navigazione e la rivale tedesca insieme vorrebbero acquisire una quota di maggioranza e chiedono al governo di restare nel capitale con una partecipazione di minoranza

ITA Airways, la compagnia di bandiera italiana nata dalle ceneri di Alitalia, finisce nel radar degli investitori internazionali, con una proposta presentata da MSC e Lufthansa. I tedeschi ed il loro interesse per l’Italia era noto, ma la compagnia di navigazione spunta a sorpresa all’orizzonte e sparigliando un po’ le carte.

La proposta

Il Gruppo MSC ha manifestato al Governo italiano, attuale azionista di riferimento di ITA, l’interesse ad acquisire una quota di maggioranza in ITA Airways assieme a Lufthansa, la compagnia di bandiera tedesca, ma chiede allo stesso governo di rimanere nel capitale di ITA con una quota di minoranza.

Le rispettive quote di MSC e Lufthansa – si legge nella proposta – non sono state definite ma la partecipazione alla partnership è a termini da definire durante la due diligence. Per il momento è stata chiesta una esclusiva di 90 giorni.

Spunta così, accanto al partner industriale (Lufthansa) un partner finanziario (MSC), che in qualche modo potrebbe essere considerato anche industriale, viste le sinergie che si creerebbero nel trasporto cargo e passeggeri.

Chi è MSC?

Il marchio MSC è conosciuto ai più per le crociere da sogno, ma il gruppo controllato dalla famiglia Aponte è specializzato in spedizioni e logistica, pur detenendo anche i marchi MSC Crociere, Grandi Navi Veloci e Snav. Un business che potrebbe essere complementare nei trasporti e creare importanti sinergie con ITA, anche dal punto di vista dell’intermodalità dei trasporti.

ITA parlerà tedesco o francese

Si apre in questo modo un nuovo capitolo dell’eterna rivalità franco tedesca. Per ITA ha sempre manifestato interesse il Gruppo Aiir France-Klm, che assieme all’americana Delta è già partner della compagnia italiana in SkyTeam.

L’opzione Lufthansa, che fa parte invece dell’alleanza rivale Star Alliance, creerebbe un intoppo da questo punto di vista, ma d’altro canto un altro ostacolo è stato rimosso da Bruxelles, che ha dato il suo benestare ad una possibile acquisizione da parte dei tedeschi, che hanno già rimborsato gran parte degli aiuti ricevuti per la pandemia di Covid-19.

Nel frattempo arriva il Piano

C’è una data chiave per ITA Airways. Il 31 gennaio prossimo di riunirà il CdA per approvare il Piano industriale e, solo dopo, ci sarebbe stata l’apertura della data room per la ricerca di un partner. Così aveva detto il Presidente Alfredo Altavilla la scorsa settimana in Commissione Trasporti, ma a quanto parte qualcuno sta giocando in contropiede.