Clima: la corsa delle agenzie di rating all’intelligence climatica

Da Moody's a S&P: le ultime acquisizioni di società attive nella consulenza sul clima

A Wall Street è corsa all’acquisizione di società specializzate nella modellazione dei rischi climatici. Nell’ultimo periodo, grandi agenzie di rating come Moody’s e S&P Global e diverse società finanziarie, infatti, stanno concentrando i loro investimenti nell’acquisto della cosiddetta “intelligence climatica”.

L’ultima acquisizione in ordine di tempo è proprio quella portata a termine da S&P che ha portato all’interno del suo network The Climate Service, una società di consulenza sul rischio climatico. The Climate Service, nel dettaglio si occupa di analizzare i rischi fisici del clima: temperature estreme, inondazioni costiere e stress idrico, oltre ai cosiddetti rischi di transizione, che comprendono le mutevoli condizioni normative e di mercato.

Come spiega il sito di informazione americano Axios, lo scopo delle due agenzie di rating in particolare è quello di “alimentare le loro linee di attività di investimento ambientale, sociale e di governance (ESG)”, oltre a quello di “segnalare eventuali rischi sistemici per il sistema finanziario legati al cambiamento climatico”. “Incorporando l’analisi del rischio climatico nei loro rating di società, fondi sovrani e altro, Moody’s e S&P stanno soddisfacendo la crescente domanda di mercato per i fondi ESG, ha sottolineato Axios.

Ad agosto del 2021 Moody’s ha investito 2 miliardi di dollari per l’acquisto di una delle principali società di modellazione del rischio, la RMS che ha sede a Londra. Nello specifico, l’agenzia di rating ha lanciato diversi prodotti climatici per investitori istituzionali, banche, società di private equity e individui che desiderano investire in società pronte ad un mondo con minori emissioni di carbonio. L’acquisizione di RMS segue le operazioni intraprese da Moody’s per assicurarsi le quote di maggioranza di altre due società specializzate in intelligence climatica e ESG, la 427 nel luglio 2019 e la VE nell’aprile di quello stesso anno.

Anche S&P si è dimostrata negli ultimi anni molto prolifica su questo fronte con investimenti in società di consulenza simili, come Measurabl, TealBook e Novata. “Questi investimenti e acquisizioni fanno parte della nostra strategia ESG in azione: essere all’avanguardia nel clima e nello spazio ESG per soddisfare le esigenze in evoluzione dei nostri clienti”, ha spiegato in una nota Christopher Bennett, responsabile globale della strategia ESG di S&P.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Clima: la corsa delle agenzie di rating all’intelligence climati...