È nata la Carta dei diritti per i figli dei genitori separati

Ecco quali sono i principi su cui si basa e quali sono i 10 punti presenti nel documento

Anche i figli dei genitori separati hanno dei diritti. Qualche giorno fa, su presentazione del garante per l’infanzia e adolescenza Filomena Albano, è nata la Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori.

I dieci punti fermi presenti in questo documento sono basati sulla Convenzione di New York del 1989, sui diritti dei bambini e dei ragazzi, che ribadisce l’importanza della famiglia nella vita di ogni giovane in quanto ”unità fondamentale della società e di un ambiente naturale per la crescita e il benessere di tutti i suoi membri, in particolare dei fanciulli”.

In particolare, la Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori è fondata sui principi dell’ascolto e del superiore interesse dei minori ed ha tra i suoi obiettivi quello di promuovere la centralità dei figli durante il momento di crisi della coppia. Di conseguenza, il fine principale è quello di rendere maggiormente consapevoli i figli a riguardo dei loro diritti ed, allo stesso tempo, di contribuire alla crescita culturale dei genitori.

Durante la stesura del documento, l’Autorità Garante ha richiesto la collaborazione della Consulta dei ragazzi, costituita da diciotto under 17 – nove maschi e nove femmine – provenienti da scuole medie e superiori, la quale è stata ascoltata più volte. La garante Filomena Albano ha affermato che “molti degli articoli sono frutto del lavoro di questi ragazzi”. Oltre a loro, sono stati ascoltati anche altri esperti del settore giuridico, psicologico, pedagogico e sociale.

Ci si è interrogati in particolare sul concetto di bi-genitorialità, sui comportamenti che i genitori dovrebbero assumere quando decidono di separarsi, quali sono quelli da evitare, nonché sulle esigenze dei figli (tenendo conto della loro età) e sulla necessità di ascoltarli. Questioni, quindi, delicate, che spesso i genitori fanno fatica a gestire, soprattutto in questo particolare momento di crisi.

Ecco i dieci punti della carta:

  • I figli hanno il diritto di continuare ad amare ed essere amati da entrambi i genitori e di mantenere i loro affetti
  • I figli hanno il diritto di continuare ad essere figli e di vivere la loro età
  • I figli hanno il diritto di essere informati e aiutati a comprendere la separazione dei genitori
  • I figli hanno il diritto di essere ascoltati e di esprimere i loro sentimenti
  • I figli hanno il diritto di non subire pressioni da parte dei genitori e dei parenti
  • I figli hanno il diritto che le scelte che li riguardano siano condivise da entrambi i genitori
  • I figli hanno il diritto di non essere coinvolti nei conflitti tra genitori
  • I figli hanno il diritto al rispetto dei loro tempi
  • I figli hanno il diritto di essere preservati dalle questioni economiche
  • I figli hanno il diritto di ricevere spiegazioni sulle decisioni che li riguardano
È nata la Carta dei diritti per i figli dei genitori separati