Bonus prima casa, il nuovo chiarimento per ottenerlo

Sono molti i quesiti posti da chi potrebbe beneficiare delle agevolazioni per l'acquisto della prima casa, tra questi anche quelli che riguardano la nuda proprietà

La rivista Fisco Oggi dell’Agenzia delle Entrate ha scritto un chiarimento relativo al mutuo agevolato per l’acquisto della prima casa, destinato agli under 36. Sono in tanti infatti ad avere sollevato dubbi che riguardano la nuda proprietà.

Prima casa, che cos’è la nuda proprietà e perché è conveniente

La nuda proprietà è il valore dell’immobile decurtato dell’usufrutto. Si tratta cioè di una casa che rimane occupata dal suo precedente proprietario anche dopo la vendita.

Chi vende il proprio immobile con questa modalità conserva il diritto di viverci per tutta la vita, incassando subito quanto pagato dall’acquirente, ed è detto usufruttuario.

Per l’acquirente il vantaggio è in genere un prezzo molto ridotto rispetto al valore del mercato, anche se non avrà la possibilità di vivere dentro la casa fino alla scomparsa dell’usufruttuario.

Prima casa, agevolazioni under 36: i requisiti da rispettare sulle categorie catastali

La possibilità di godere delle agevolazioni spetta anche quando si acquista la nuda proprietà di una prima casa, ma a patto di rispettare determinati requisiti.

Questi sono indicati all’interno del comma 6 dell’articolo 64 del decreto legge n. 73/2021, che prevede le misure in favore dell’acquisto della casa di abitazione e per il contrasto del disagio giovanile.

Bisogna innanzitutto chiarire che sono escluse tutte le abitazioni appartenenti alle seguenti categorie catastali.

  • A1Abitazioni di tipo signorile, cioè le unità immobiliari appartenenti a fabbricati ubicati in zone di pregio, con caratteristiche costruttive, tecnologiche e di rifiniture di livello superiore a quello dei fabbricati di tipo residenziale.
  • A8Abitazioni in ville, ovvero gli immobili caratterizzati dalla presenza di parco o giardino, edificate in zone urbanistiche destinate a tali costruzioni o in zone di pregio con caratteristiche costruttive e di rifiniture, di livello superiore all’ordinario.
  • A9Castelli e palazzi eminenti, cioè strutture che per la ripartizione degli spazi interni e dei volumi edificati non sono comparabili alle unità tipo delle altre categorie.

Agevolazioni under 36 per la prima casa: cosa dice la legge sulla nuda proprietà

Detto questo, l’Agenzia delle Entrate ribadisce la tipologia di atti agevolabili grazie alle misure del Governo, che hanno fatto registrare un boom di domande, come spiegato qui. Sono i seguenti.

  • Atti di trasferimento a titolo oneroso della proprietà o quota di comproprietà.
  • Atti che comportano il trasferimento o la costituzione di diritti reali di godimento, ovvero nuda proprietà, usufrutto, uso, abitazione.

È dunque possibile accedere alle agevolazioni per la prima casa per gli under 36 anche in caso di acquisto di una nuda proprietà, ma a patto che l’atto venga stipulato nel periodo compreso tra il 26 maggio 2021 e il 30 giugno 2022.

Potete trovare qua i chiarimenti sulle agevolazioni per la prima casa, su tutti i più comuni dubbi per chi ha intenzione di usufruirne, e qua la guida alle agevolazioni per gli under 36.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus prima casa, il nuovo chiarimento per ottenerlo