Tutto sul Bonus Condizionatori 2021: come richiederlo

I requisiti per accedere all'agevolazione fiscale fino al 65% sul nuovo condizionatore e come fare richiesta

Estati sempre più calde rendono i condizionatori ancora più necessari per combattere l’afa nelle abitazioni in città e villeggiatura. Con la bella stagione, insieme all’aumento della temperatura arrivano anche gli incentivi del cosiddetto “bonus condizionatore” per comprare un nuovo impianto di climatizzazione o sostituire quello vecchio. La misura contenuta nella Legge di Bilancio 2021 prevede, fino al 31 dicembre 2021, uno sconto dal 50 al 65% sull’acquisto di un nuovo condizionatore, senza limiti ISEE.

Bonus Condizionatori 2021: in cosa consiste

Si tratta di un’agevolazione fiscale riconosciuta a coloro che vogliono sostituire il vecchio impianto con uno a pompa di calore o a risparmio energetico. L’incentivo rientra tra le possibilità previste dal bonus mobili, la detrazione Irpef del 50% sulle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), finalizzati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

Come precisato dall’Agenzia dell’Entrate, non è necessario fare rientrare l’acquisto di un nuovo condizionatore tra i lavori di ristrutturazione, ma dev’essere almeno giustificato da un intervento di manutenzione straordinaria.

La detrazione del 50% del “bonus condizionatore” è concessa quindi nei casi di:

  • installazione un apparecchio appartenente alla classe energetica A+
  • acquisto di un nuovo apparecchio che accerta un effettivo risparmio energetico ristrutturazione edilizia e si acquista

Inoltre, se si decide di sostituire il vecchio apparecchio, con un nuovo impianto a pompa di calore, per la climatizzazione invernale ed estiva, appartenente ad una classe energetica superiore, l’incentivo può arrivare anche al 65%, su un importo massimo detraibile di 46.154 euro, suddiviso in 10 rate annuali di pari importo.

Bonus Condizionatori 2021: chi può chiederlo

Per accedere al bonus non ci sono limiti ISEE e può essere richiesto da:

  • persone fisiche
  • Partite Iva
  • condomini
  • istituti autonomi per le case popolari
  • cooperative di abitazione a proprietà indivisa
  • proprietari dell’immobile
  • locatori con regolare contratto di affitto
  • soggetti che hanno l’usufrutto o il comodato d’uso dell’immobile e sul quale sostengono le spese
  • familiare convivente del proprietario dell’immobile

Bonus Condizionatori 2021: come fare richiesta

L’IVA è al 10%, mentre l’aliquota viene applicata sulla differenza tra valore totale del servizio e il costo dell’impianto.

Per beneficiare del bonus è necessario indicarlo nella compilazione della denuncia dei redditi con il modello unico del 730, oppure come sconto immediato. In entrambi l’acquisto e l’installazione non possono essere pagati con con Carta di credito, Bancomat, assegni o contanti, ma tramite:

  • pagamento rateale tramite finanziamento
  • bonifico bancario ordinario o postale
  • bonifico parlante

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tutto sul Bonus Condizionatori 2021: come richiederlo