Tutte le agevolazioni per i giovani che vogliono aprire un mutuo

Anche nel 2020 ci saranno agevolazioni e detrazioni per i giovani che hanno intenzione di acquistare casa con un mutuo: ecco quali

I giovani italiani tendono a rimandare la data delle nozze e dell’acquisto di una casa perché non sono sempre in grado di sostenerne le spese. Negli ultimi anni, però, attraverso specifiche misure finanziarie, sono state emanati provvedimenti che presentano soluzioni di mutuo giovani con tassi agevolati per l’acquisto della prima casa. Vediamo di fare chiarezza e scoprirne di più.

Mutuo giovani prima casa: le agevolazioni previste

Anche per il 2020 sono diverse le agevolazioni prima casa giovani, soprattutto se si decide di contrarre un mutuo. Il Decreto Crescita ha rifinanziato il Fondo mutuo prima casa istituito con la manovra 2014 e ha previsto delle novità in merito alle agevolazioni fiscali proprio per le giovani coppie che, a causa di contratti di lavoro atipici e poche garanzie non hanno accesso ai mutui e ai finanziamenti per l’acquisto di una casa.

Il Fondo mutuo prima casa 2020 è finalizzato alla concessione di garanzie fino a un massimo del 50% del capitale investito nell’immobile. Con il mutuo prima casa giovani è lo Stato che si fa garante nei confronti della banca per ottenere il finanziamento. A essere interessati dalle agevolazioni sono anche i mutui stipulati per interventi di ristrutturazione e accrescimento di efficienza energetica di unità immobiliari sul territorio nazionale, purché non di lusso. Ma vediamo quali sono le agevolazioni previste dal Fondo mutuo prima casa:

  • imposta di registro ridotta al 2%;
  • imposta ipotecaria e catastale fissa di 200 euro;
  • detrazioni Irpef sugli interessi passivi nella misura del 19% fino a un massimo di 4.000 euro annui;
  • IVA al 4% se si acquista da un’impresa.

Mutuo prima casa agevolazioni: chi può richiederle

Il Fondo mutuo prima casa 2020 riguarda non solo le giovani coppie ma anche i nuclei monogenitoriali con figli minori e tutti gli under 35 con contratti di lavoro atipici. Al momento della presentazione della domanda, il richiedente non deve essere proprietario né usufruttuario (anche in comunione) di altri immobili a uso abitativo. Fanno eccezione quelli acquistati per successione mortis causa.

Se l’acquirente ha già usufruito delle agevolazioni previste dal mutuo prima casa giovani, non può richiederle nuovamente. Nel caso in cui la casa per cui si erano ottenute le agevolazioni è stata venduta, viene riconosciuto un credito di imposta se entro un anno dalla vendita si acquista un nuovo immobile destinato a prima casa. Il possesso di un’autorimessa nello stesso Comune non è ostativo alle agevolazioni.

Inoltre, il richiedente deve avere la residenza o avere intenzione di stabilirla entro 18 mesi dall’acquisto nel Comune dove è ubicato l’immobile. La dichiarazione di voler stabilire la residenza nel Comune dell’immobile deve essere trascritta nell’atto di acquisto. L’immobile per cui si fa richiesta di agevolazioni deve essere sito nel territorio nazionale e non deve rientrare nelle seguenti categorie catastali: A1 (abitazioni di tipo signorile), A8 (ville), A9 (castelli o palazzi di eminenti pregi artistici o storici).

Fondo mutuo giovani prima casa: come accedere

Il mutuo ipotecario non deve essere di importo superiore a 250mila euro e la domanda va presentata presso una delle banche o delle finanziarie che aderiscono all’iniziativa, compilando l’apposito modulo. È compito della banca o dell’intermediario inviare la documentazione al Gestore del Fondo della Casa per usufruire delle agevolazioni prima casa giovani. Ogni domanda viene protocollata con data di arrivo della richiesta, in modo da compilare una graduatoria nel caso in cui dovesse esserci scarsità di fondi. Dopo circa 20 giorni si ha la risposta dell’ammissione o meno alla garanzia del Fondo e, nel caso in cui sia positiva, entro 30 giorni lavorativi viene erogato il mutuo giovani.

Le tipologie di mutuo giovani 2020

I giovani che intendono accedere alle agevolazioni per l’acquisto della prima casa hanno diverse possibilità di finanziamento. Le caratteristiche del mutuo che possono richiedere sono le seguenti:

  • mutuo ipotecario acquisto prima casa;
  • mutuo ipotecario non superiore ai 250mila euro;
  • mutuo con tassi applicati e condizioni, stabiliti dalle singole banche entro i parametri predefiniti.

Se la giovane coppia non riesce più a pagare le rate del mutuo, dopo aver coperto il 50% della quota capitale, degli oneri non superiori al 5% del capitale residuo e degli interessi calcolati al tasso legale, interviene la Garanzia del Fondo per la Casa del Ministero della Gioventù. In questo modo il credito viene recuperato dal Ministero attraverso l’emissione di cartelle esattoriali.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tutte le agevolazioni per i giovani che vogliono aprire un mutuo