Istat, nel I trimestre prezzi delle abitazioni in moderato calo (-0,4%)

Bene il mercato immobiliare alberghiero: +14,6%

(Teleborsa) Nel primo trimestre l’indice dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie, sia per fini abitativi sia per investimento, diminuisce dello 0,1% rispetto al trimestre precedente e dello 0,4% nei confronti dello stesso periodo del 2017 (era -1,2% nel quarto trimestre 2017). Lo rende noto l’Istat.

LE RAGIONI DEL CALO – La flessione tendenziale “è da attribuire esclusivamente ai prezzi delle abitazioni esistenti che manifestano una variazione negativa pari a -0,8%, in attenuazione da -1,5% del trimestre precedente”. I prezzi delle abitazioni nuove, invece, accelerano su base tendenziale passando dal +0,2% del quarto trimestre del 2017 al +1,3% del primo trimestre del 2018.
Su base congiunturale la diminuzione è dovuta esclusivamente al calo dei prezzi delle abitazioni nuove (-1,3%), mentre quelli delle abitazioni esistenti registrano un aumento dello 0,2%. Il tasso di variazione acquisito dei prezzi per il 2018 risulta pari a -0,5%.
I dati recenti, sottolinea l’Istat a commento del dato,  mostrano il consolidarsi della fase di moderata flessione dei prezzi delle abitazioni iniziata nel 2017, che ha interrotto la lieve ripresa del 2016, anno in cui si era registrato il forte incremento delle transazioni di immobili residenziali, evidenziato dai dati dell’Osservatorio del mercato immobiliare-Omi dell’Agenzia delle Entrate (+18,4%). Non è stata infatti sufficiente la crescita dei prezzi delle abitazioni nuove per far tornare in territorio positivo le variazioni tendenziali dell’indice il cui andamento è sempre più determinato dalle abitazioni esistenti che pesano ormai per oltre l’80% nel calcolo degli indici del 2018“.

Buone notizie per il mercato immobiliare alberghiero italiano che prosegue verso la crescita: +14,6% nel 2017 per 2,75 miliardi di euro. Previsioni positive anche per il 2018 con un fatturato in aumento del 13%.
Secono il “Rapporto 2018 sul mercato immobiliare alberghiero” realizzato da Scenari Immobiliari in collaborazione con Castello Sgr, presentato a Milano durante l’Hospitality Forum, in Italia il fatturato del mercato immobiliare alberghiero nel 2017 ha raggiunto quota 2,75 miliardi di euro di immobili scambiati con contratti di vendita o locazione, registrando un incremento del 14,6% rispetto al 2016.

L’andamento del mercato immobiliare alberghiero italiano spiega Francesca Zirnstein, direttore generale di Scenari Immobiliari ha raggiunto la sincronia con quello europeo, agganciando l’onda delle buone performance registrate nel 2017 e mantenendo un ritmo vivace nei primi mesi del 2018″. 

Istat, nel I trimestre prezzi delle abitazioni in moderato calo (...