Immobiliare, verso la stabilità del mercato

Frena la caduta dei prezzi delle abitazioni. Il residenziale va stabilizzandosi maggiormente al Nord

Segnali di ritorno alla stabilità arrivano dal mercato immobiliare italiano, dopo il prolungato calo delle quotazioni. Nel primo semestre del 2017 i prezzi delle case sono scesi dell’1,1%, la riduzione più contenuta negli ultimi 3 anni, mentre rispetto al 2016 il calo si è attestato a 2,3 punti percentuali. Secondo due studi di settore a giugno il prezzo delle abitazioni italiane si posiziona intorno ai 1.900 euro/m² valore che però presenta forti differenze regionali.

Mentre il Centro è sempre la zona più cara (2.305 euro/m²), ed il Sud quella più economica (1.606 euro/m²), le oscillazioni nelle due aree appaiono abbastanza simili (1,5 e 1,4% rispettivamente) e al di sopra della media nazionale. Ma è nel Nord dove la stabilità del mercato sembra essere più vicina che altrove: qui la cifra di 1.938 euro/m² è il risultato in calo di appena lo 0,7% nell’ultimo semestre ed è stato ancora più ridotto quello degli ultimi tre mesi (-0,4%).

Pur in presenza di una forbice dei costi ancora molto ampia nei piccoli e grandi centri, si osservano delle variazioni molto simili tra di loro. Infatti nelle città italiane con più di 250mila abitanti il prezzo medio, a giugno, è stato pari a 2.549 euro/m², contro i 1.671 dei centri più piccoli. Negli ultimi sei mesi, invece, l’oscillazione dei valori è stata pari rispettivamente al -1,2% e -1,3%.

Firenze rimane per entrambe le rilevazioni la città più cara, sia in assoluto che rispetto agli altri capoluoghi di regione in Italia. Secondo lo studio pubblicato da Immobiliare.it nella prima parte del 2017 i prezzi delle case fiorentine risultano in aumento (3.447 euro/m², +0,6% su base semestrale). I costi del residenziale tornano a crescere anche a Milano, seppur di poco (+0,2%), ma il capoluogo lombardo rimane ancora terzo con i suoi 3.221 euro/m², pur accorciando le distanze nei confronti della seconda in classifica, Roma (3.265 euro/m²).

All’ultimo posto della classifica si colloca ancora Catanzaro, con una media di 1.123 euro/m². Inoltre, a livello regionale la Calabria risulta la regione più economica con 930 euro/m², 1692 euro in meno rispetto alla Liguria, al top per costi secondo l’indagine di Idealista (2.622 euro/m²).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Immobiliare, verso la stabilità del mercato