Home staging: cos’è e come funziona

Grazie all'home staging ora si può vendere l’immobile in poco tempo. Ecco la nuova tendenza che aiuta a presentare al meglio la propria abitazione

L’home staging è la nuova strategia di marketing per vendere nel minor tempo possibile e a buon prezzo una casa.

In pratica, si tratta di “mettere in scena” l’abitazione cercando di presentarla al meglio, attraverso meticolosi interventi migliorativi. Questi, se uniti a tecniche comunicative efficaci, possono essere determinanti per la vendita.

Il presidente di Home Staging Lovers, Fosca de Luca, afferma che “secondo un’elaborazione sui casi trattati dai nostri associati, le case sottoposte a Home Staging si vendono in 54 giorni con uno sconto medio del 4 per cento”. Chiaramente, se una casa ha difetti piuttosto evidenti, non si può fare molto. Tuttavia, cercare di intervenire per mostrarla al meglio risulta sicuramente un fattore positivo.

A chi è necessario rivolgersi per ottenere questo servizio? Da qualche anno esiste addirittura la professione di home stager. Nata negli Stati Uniti grazie ad un’idea di Barb Schwarz, ora è molto di tendenza anche in Italia.

In pratica, l’home stager è un professionista che si intende sia di interior design sia di marketing immobiliare. Non è da confondere, tuttavia, con l’architetto. La principale differenza tra i due professionisti è che l’architetto progetta per un cliente presente nel suo portfolio, mentre l’home stager progetta per un potenziale cliente. Egli non è nemmeno da confondere con un interior designer, perché quest’ultimo lavora con chi già possiede un’abitazione da rendere accogliente.

In cosa consiste un’intervento di home staging? Esso è caratterizzato da tre fasi principali: analisi e progettazione, home staging virtuale, home staging fisico.

Il primo step è fondamentale per la prosecuzione dei lavori. Infatti, è durante la valutazione di spazi, proporzioni, colori ed illuminazione della casa che l’home stager riesce a realizzare una proposta di progetto, corredata di fotografie, rendering 3D e video. Inoltre, è in questa fase che si valutano costi, tempi di realizzazione e prezzi di vendita.

L’home stage virtuale comprende solitamente un home book, ovvero una cartella in cui sono presenti i vari materiali ed arredi che serviranno per vendere casa. Inoltre, comprende un annuncio chiaro ed efficace col quale poter inserire l’immobile sul mercato.

L’ultimo step è l’home staging fisico, ovvero l’allestimento definitivo della “scenografia”, in cui vengono messi in risalto i pregi dell’abitazione affinché l’acquirente, affascinato dalla disposizione degli arredi e dall’ambiente, abbia un vero e proprio colpo di fulmine.

Home staging: cos’è e come funziona